Mondiale SuperBike al via. L’anteprima in Australia

Grande attesa per l’esperto Valentin Debise, che correrà per Evan Bros. Fari puntati anche sul ravennate Federico Caricasulo (Mv Agusta).

21 febbraio 2024
Mondiale SuperBike al via. L’anteprima in Australia

Valentin Debise, pilota della scuderia ravennate Evan Bros

Tutto è pronto e c’è davvero grande attesa per il via al Mondiale SuperBike, nella cui classe intermedia, la SuperSport Next Gen, gareggia la scuderia ravennate Evan Bros, due volte campione del mondo e due volte seconda. Ma la presenza bizantina non si limita al team di Fabio Evangelista: come lo scorso anno ci sarà anche il pilota ravennate doc Federico Caricasulo, passato dalla Ducati di Althea a Mv Agusta di Motozoo ME Air Racing. Dopo i diversi cambiamenti della passata stagione, invece, sulla sella della Yamaha di Evan Bros è salito l’esperto pilota francese Valentin Debise, alla prima vera occasione della carriera con un team importante e dunque estremamente motivato. Il grande circus delle derivate di serie, scatta dunque nel fine settimana dagli antipodi, con orari "scomodi" per gli appassionati italiani. Infatti si inizia venerdì con le prove libere e la SuperPole della SuperSport alle 10,25 e alle 14,55 australiane, ovvero 25’ dopo la mezzanotte e alle 4,55 in Italia. Sabato e domenica – assieme alla SuperBike – si corrono gara1 e gara2 alle 4,30 del mattino, ora di casa nostra. E sarà la prima occasione per vedere all’opera team e piloti che si contenderanno il titolo mondiale, affiancato nelle tappe europee – a partire da Misano in giugno – dal primo Mondiale femminile – una sorta di monomarca con le Yamaha R7 – che Evan Bros correrà, affidando la moto ad Ana Carrasco, già campionessa del Mondo di SuperSport300, in gara però assieme ai ragazzi.

Il fine settimana australiano, ha vissuto un gustoso anticipo con i test dei giorni scorsi, prima riservati alla sola SuperSport, poi anche alla SuperBike. Ottimi i riscontri cronometrici. Per quanto riguarda la categoria intermedia, il migliore di tutti è stato il ducatista del team Barni, Yari Montella, che ha girato ad un soffio dal record della pista in 1’31’’881 davanti al ravennate Federico Caricasulo che ha fermato il tempo ad appena 62 millesimi di ritardo. Terzo il riminese della Yamaha Stefano Manzi, vicecampione del mondo, attardato di 302 millesimi, al quarto posto -sulla Ducati ufficiale iridata nel 2023 con Bulega – lo spagnolo Huertas distante 409 millesimi e subito dopo il francese di Evan Bros, Debise a 444 millesimi. Una top five davvero soddisfacente per il transalpino.

Ugo Bentivogli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su