Non sbaglia un colpo. Andrea è Robin Hood

Marchetti (delegazione Arcieri di Rotaio) si è distinto all’Indoor World Series

31 gennaio 2024
Non sbaglia un colpo. Andrea è Robin Hood
Non sbaglia un colpo. Andrea è Robin Hood

Un’eccellenza versiliese del tiro con l’arco si sta affermando a livello internazionale. Si tratta del giovane Andrea Marchetti, il “nostro“ Robin Hood che con le frecce non sbaglia un colpo. Il ragazzo dal 19 al 21 gennaio scorso ha fatto parte con altri suoi compagni (Luca Maremmani, Valentino De Angeli, Gabriel Moriconi, Massimo Fontanini e Ginevra Lencioni) della delegazione degli Arcieri di Rotaio di Capezzano Pianore prendendo parte alla prestigiosa gara internazionale di tiro con l’arco “Indoor World Series” a Nimes in Francia, alla quale hanno partecipato tutti gli arcieri più forti al mondo. Proprio il 19enne Andrea Marchetti lì si è distinto vincendo la gara di qualificazione con ben 591 punti su 600 (ciò significa che su 60 frecce tirate ha totalizzato 51 volte il 10 e nove volte il 9 sul bersaglio). Tra gli altri atleti di Rotaio piazzamenti di prestigio nella trasferta transalpina anche per Ginevra Leoncini (16° posto) e Gabriel Moriconi (23°) in qualifica.

Il personaggio. Andrea con l’arco va davvero forte, con la sua mira precisissima. Ha iniziato a tirare fin da piccolissimo quando aveva 3 anni e cominciò con l’arco giocattolo in mano. Classe 2004 (farà vent’anni a luglio), Andrea ha sempre tirato con l’arco, venendo da una famiglia di arcieri (tirano infatti anche il papà-allenatore Marco Marchetti, lo zio Arturo Matteucci che è pure il presidente degli Arcieri di Rotaio e allenatore, la zia e la cugina). Il ragazzo ora è al primo anno di Scienze Motorie all’Università di Pisa, dopo essersi diplomato al Liceo Scientifico ad indirizzo sportivo “Piaggia“. Il nostro giornale La Nazione lo premiò nel 2020 con l’Oscar versiliese dello sport. Andrea vive con l’arco in mano: si allena tutti i giorni se non ha gare (altrimenti 6 giorni su 7) a Capezzano dietro al campo da calcio del “Cavanis“. Da piccolo era anche ballerino (di 10 balli). Sabato scorso in una gara in casa a Capezzano ha stabilito il suo record personale sui 30 tiri (facendo 298 su 300!). Ora è atteso dal campionato italiano a Pordenone (dal 15 al 18 febbraio) e subito a seguire (dal 19 al 25 febbraio) si è guadagnato la convocazione per gli Europei Indoor a Varazdin, in Croazia.

Simone Ferro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su