Obiettivo quota e morale. Monza sfida la maglia nera

Nel campionato di Serie B di pallanuoto trasferta piemontese per i biancorossi. Ma con la neopromossa Waterpolo Novara è in dubbio il bomber Alberto Mazza.

27 gennaio 2024
Obiettivo quota e morale. Monza sfida la maglia nera
Obiettivo quota e morale. Monza sfida la maglia nera

Un piano B non è stato nemmeno preso in considerazione. Anche perché perdere l’imbattibilità stagionale contro la prima della classe, assemblata con la dichiarata intenzione di puntare alla serie A2, ci può anche stare. Tutto cambia, invece, se nel turno successivo vai a confrontarti con la maglia nera del Girone 1 del campionato di Serie B di pallanuoto. In questo caso, portare a casa i tre punti è un obiettivo praticamente obbligatorio. Il campionato cadetto ha già archiviato cinque turni e il neopromosso Waterpolo Novara, avversario designato del Nuoto Club Monza, è fermo a quota zero. La sfida prevista oggi a Torino (ore 17.30, piscina Galileo Ferraris), sembra dunque fornire ai “granchi“ brianzoli l’occasione ideale per riprendere quota e morale. Sette giorni fa, infatti, il Piacenza Pallanuoto, squadra che divide il primo posto con Cus Geas Milano e Waterpolo Milano Metanopoli, ha piegato il settebello biancorosso 13-9. Il Ncm nelle partite precedenti aveva archiviato due pareggi e altrettante affermazioni. Con l’ambiziosa formazione emiliana, nello scorso campionato dominatrice della stagione regolare e poi beffata nei playoff, lo stop è stato dignitoso. "Ma in difesa abbiamo concesso un po’ troppo spazio", commenta Fabio Frison, vice allenatore e direttore tecnico. Oggi a Torino non saranno comunque ammesse giustificazioni, anche se è in dubbio il bomber Alberto Mazza, già autore di 15 centri. "Nello sport – aggiunge Frison – esiste sempre qualcosa di imponderabile. Ma i valori in questo girone sembrano essersi ormai stabilizzati".

Gianni Gresio

Continua a leggere tutte le notizie di sport su