Pugilato. Sei empolesi sul ring al torneo Nepi-Etruria

Sei pugili della Sanseverino Scardigli parteciperanno al torneo "Nepi - Etruria" a Firenze. L'evento, che coinvolge 419 atleti da 12 regioni italiane, è diventato un punto di riferimento nazionale nel pugilato.

8 febbraio 2024
Sei empolesi sul ring al torneo Nepi-Etruria
Sei empolesi sul ring al torneo Nepi-Etruria

Saranno sei i pugili della Sanseverino Scardigli di Empoli a partecipare al prestigioso torneo “Nepi - Etruria“, in programma alla palestra Giovanni Nepi alla Montagnola di Firenze da sabato prossimo fino al 24 marzo. Una manifestazione imponente, che porterà 419 atleti a salire sul ring in rappresentanza di 103 società provenienti da ben 12 regioni italiane. Tornando ai portacolori della società del direttore sportivo Giancarlo Piermaria ad infilarsi i guantoni nella categoria Elite 80Kg da 0 a 2 match saranno Kandle Koffi Charles e Mattia Robucci, mentre tra gli schoolboys 52kg da 0 a 3 match combatterà Lorenzo Coppolaro. Infine, Ricky Bukry parteciperà alla categoria Elite 60kg da 0 a 2 match, con Niko Patrinostro e Giorgio Scardigli che saranno invece ai nastri di partenza della competizione riservata agli Elite 75kg da 30 a 60 punti. Assente per infortunio, invece, il campione toscano in carica Cristian Borracchini. La manifestazione è alla seconda edizione dopo l’unificazione dello scorso anno. Il torneo infatti è la commistione dei due principali tornei che erano presti in Toscana, appunto “Nepi“ (organizzato dal Boxing Club Firenze) ed “Etruria“ (a cura della Boxe Mugello). Fino al 2021 si trattava di due tornei complementari perché rivolti a diverse qualifiche di pugili, mentre successivamente è nata l’idea di unire le due competizioni in modo da creare un unico torneo che diventasse un vero e proprio punto di riferimento per tutta Italia. In tal senso l’edizione 2023 ha soddisfatto le attese raccogliendo cifre degne di un campionato nazionale: 210 atleti, 60 società provenienti da 10 regioni (37 toscane e 33 da fuori regione). Numeri che quest’anno sono praticamente raddoppiati, rendendo necessari oltre 300 combattimenti (32 sono già in programma solo per il weekend inaugurale), spalmati in 15 giorni, per arrivare a decretare il vincitore di ciascuna categoria. Gli incontri si svolgeranno tutti i sabati e le domeniche, con inizio alle ore 16. Insomma, un enorme impegno di uomini, tempo, energie e risorse monetarie per un torneo che sta diventando più importante anche dei tornei organizzati dalla Federazione Pugilistica Italiana.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su