Rari Nantes, il traguardo più bello. Da 120 anni entrata nella leggenda

Grande festa per la sociatà del presidente Pieri: "Voglio lasciare una sede ancora più bella e funzionale"

23 dicembre 2023
Rari Nantes, il traguardo più bello. Da 120 anni entrata nella leggenda
Rari Nantes, il traguardo più bello. Da 120 anni entrata nella leggenda

Rari Nantes Florentia: ieri, oggi e domani. La società nasce a Firenze il 22 dicembre 1904, esattamente 120 anni fa; ne dà notizia proprio il nostro quotidiano "La Nazione" dell’11 gennaio 1904 con queste parole: "Siamo lieti di potere annunziare che la sezione fiorentina della Società Italiana di Nuoto Rari Nantes si è definitivamente costituita. Discusso e approvato lo statuto sociale il 22 dicembre u.s. si procedette alla elezione del Consiglio direttivo. I nomi dei componenti il Consiglio e il favore incontrato presso cospicue personalità di Firenze danno sicuro affidamento sul futuro della Società".

Così è stato. Da allora a oggi la Rari è sempre stata un’eccellenza in tutta Italia, punto di riferimento sul piano organizzativo, agonistico e sociale; negli Albi d’oro figurano nomi che hanno scritto la storia delle varie discipline. Come quelli dei presidenti che si sono succeduti alla sua guida: da Giuseppe Grazzini, il primo, ad Andrea Pieri, l’attuale, artefice di un rilancio della società biancorossa ai più alti livelli. Tra i tanti, una menzione speciale per l’altro "numero uno" Luigi Raspini che, a più riprese, l’ha guidata fino al 1988. Il compleanno è stato festeggiato ieri nella sede di lungarno Ferrucci; molti gli ospiti intervenuti su invito di Pieri, Stella d’oro al merito sportivo del Coni, che da tempo ricopre anche la carica di vicepresidente vicario della Federnuoto: il presidente della Regione Eugenio Giani e la vice Stefania Saccardi; il coordinatore tecnico federale Marco Bonifazi; Francesco Conforti presidente Ansmes. E poi atleti e tecnici del passato e del presente, da Gianni De Magistris a Riccardo Tempestini, Luca Minetti, Aleksandra Cotti e Anna Bonito fino agli attuali Lorenzo Zazzeri e Filippo Megli e la stella nascente del nuoto Emma Vittoria Giannelli.

Diventata nel tempo palestra di vita per intere generazioni la Rari occupa un ruolo di primissimo piano: unica società italiana a competere al top in tutte le discipline: nuoto, pallanuoto e sincro. Nel suo palmarès spiccano 9 scudetti nella pallanuoto maschile, una Coppa Italia, una Coppa delle Coppe, 92 titoli italiani nel nuoto e 7 tricolori a squadre, 5 titoli nazionali nei tuffi e uno scudetto di pallanuoto paralimpica. Oltre a un vivaio rigoglioso vanta oggi tre azzurri olimpici (Lorenzo Zazzeri, Filippo Megli, Matteo Restivo); due squadre di pallanuoto in A2, un team di sincro, e i tecnici federali Aleksandra Cotti, Elena Gigli, Paolo Palchetti, Marco Amatulli e Luca Minetti.

Fin qua ieri e oggi. E il domani? L’ha svelato lo stesso Pieri: "Voglio lasciare a chi verrà dopo di me una sede ancora più funzionale e più bella". E a corredo delle sue parole è intervenuto il celebre architetto Fabrizio Rossi Prodi che ha illustrato nei dettagli il progetto ambizioso che ha raccolto ammirazione e consensi da tutti i presenti.

Franco Morabito

Continua a leggere tutte le notizie di sport su