Scherma. Gioia alla Coppa del Mondo U20. Vittoria Pinna conquista l’oro

L’immensa gioia della piccola campionessa "Dedico questo risultato a chi mi supporta da sempre".

17 dicembre 2023
Gioia alla Coppa del Mondo U20. Vittoria Pinna conquista l’oro
Gioia alla Coppa del Mondo U20. Vittoria Pinna conquista l’oro

Vittoria Pinna colpisce ancora. La giovane diciassettenne, laureatasi campionessa europea a Tallinn la scorsa primavera nel fioretto Under 17, è salita ulteriormente di livello, trionfando anche tra le più grandi. Pinna infatti ha vinto la sua prima gara di coppa del Mondo under 20 a Bangkok in Tailandia. Una finale tutta italiana per la pisana che ha affrontato la compagna di nazionale Matilde Molinari, battendola 15-11. Percorso netto per l’atleta del Club Scherma Pisa Di Ciolo che ha iniziato la propria giornata con il successo nel turno delle 32 sulla statunitense Chusid (15-12). Ancora un’atleta degli Stati Uniti, Cao, sulla strada della classe 2006 che ha vinto 15-7 entrando così nei quarti di finale. La pisana si è imposta sulla giapponese Chiba 15-9, conquistando così la zona medaglie. In semifinale il 15-11 sulla statunitense Jing prima di vincere contro la Molinari. "C’è dentro tutto in questo primo oro di Coppa del Mondo - ha dichiarato Vittoria Pinna, raggiunta dalla redazione -. Dedico questo successo a chi mi sta accanto e mi sopporta tutti i giorni, ad Antonio Di Ciolo che mi guarda da lassù e a Gabriele Cimini, che da sempre mi da l’esempio, mi sta vicino, mi fa da tassista e mi fa capire cos’è l’impegno e la forza. Dedico il successo anche i miei maestri, ai preparatori Tommaso Chiappelli e Carmelo Fallica e alla mia famiglia che non mi fa mancare nulla. È stata una gara lunghissima, ma sono contentissima, è frutto di tanto duro lavoro ma è solo l’inizio di un percorso lunghissimo".

Soddisfatto anche Enrico Di Ciolo che ha orgogliosamente celebrato il successo di Pinna. "Lei è quella che vince perché si allena tutti i giorni dell’anno, che si impegna e si concentra, poche storie - commenta Di Ciolo -. Vittoria è arrivata in palestra talmente piccina che pensavamo avesse un anno meno. Fa lezione, tira, sollevamento pesi, ginnastica, preatletici senza badare a orari. Un’altra persona nata e cresciuta con Simone Piccini, degni eredi di una scuola".

Michele Bufalino

Continua a leggere tutte le notizie di sport su