Rinascita Marks corre verso il recupero

La squadra di Dell’Agnello in campo domani sera a Cremona: ottimismo per la presenza dell’americano, oggi la decisione

24 marzo 2024
Rinascita Marks corre verso il recupero

Derrick Marks punta a essere in campo contro Cremona

Rbr sale oggi in Lombardia con Marks che sta recuperando a tempo di record dal problema al rachide cervicale e domani sera dovrebbe giocare. Il condizionale è d’obbligo, ma c’è forte ottimismo per la presenza in campo del giocatore, fondamentale perché il meccanismo biancorosso funzioni a pieno regime, soprattutto in attacco. Questa mattina, nella rifinitura che precede la partenza, l’ultimo test, le ultime valutazioni. Per non rischiare nulla, ma con la volontà di vedere Marks in campo domani. Per la sesta giornata della fase a orologio, RivieraBanca trova una squadra in affannosa ricerca della matematica certezza dei playoff. La JuVi Ferraroni Cremona è sesta nel girone verde, stessa posizione di Rimini nel rosso, con i medesimi punti, 26. La differenza vera è nel vantaggio rispetto alla nona, quella che al momento farebbe i playout: +8 per la JuVi, +2 per la Rinascita. Una differenza paradigmatica della forza dei due gironi e della competitività estrema del rosso, che ha ancora cinque squadre in corsa per tre posti. Cremona, che ha appena vinto di un’incollatura a Chiusi il recupero della terza giornata (70-71), era reduce da sei ko consecutivi in cui aveva concesso mediamente 89 punti. Un’enormità, ma guai a sottovalutare una squadra con dei valori che nella prima parte del campionato erano stati espressi con costanza e in maniera efficace. Coach Luca Bechi, che è livornese come Sandro Dell’Agnello, ha a disposizione un gruppo votato all’attacco, come certificano gli 87.5 punti segnati di media nella prima fase (terzi nel girone verde dietri a Trapani e Cantù).

Il dato è bilanciato da una difesa non così stretta, che è stata perforata con continuità anche prima dell’orologio (la seconda peggiore dietro a Latina). Run & gun di scena al PalaRadi domani sera? Non è detto, anche perché Rbr vuole a tutti i costi trovare quel bilanciamento difensivo già visto in diversi spezzoni delle ultime partite. A inizio gennaio Cremona ha sostituito uno dei suoi due americani, il play Lester Medford, con il pariruolo Vinnie Shahid. Quest’ultimo aveva cominciato la stagione a Varese e adesso, in A2, è il top scorer di Cremona: oltre 20 punti di media con un astronomico 53% da tre nelle ultime partite di regular season, 17.8 con un più normale 36% in questa fase a orologio. L’altro americano è Tekele Cotton, guardia da 12 punti a partita che sa essere incisivo quando serve. Parecchio produttiva, nella prima parte del campionato, l’ala forte Lorenzo Tortu (14), così come l’esperta guardia italo-argentina Bernardo Musso, 38enne che sfiora la doppia cifra (9.9). In quintetto, assieme ai due stranieri, ci vanno però il lungo Benetti (7.6 e 4.3 rimbalzi), il centro del 2003 Luca Vincini (7.3+4.6) e l’ala Cosimo Costi (6.5+4.2). Cremona è squadra che può ruotare tanti uomini. Da non sottovalutare anche l’apporto del 37enne centro Daniele Magro e del play Antonino Sabatino. Rbr guarda agli avversari e sa che una vittoria varrebbe tantissimo.

Loriano Zannoni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su