91° minuto Gorgone: "Tre punti pesanti"

Il trainer: "La Lucchese ha avuto l’atteggiamento giusto, anche se ha sbagliato nel temporaneo pari. La nostra classifica è bugiarda"

5 febbraio 2024
91° minuto Gorgone: "Tre punti pesanti"
91° minuto Gorgone: "Tre punti pesanti"

Rialza la testa la Lucchese che torna con pieno merito al successo, al termine di una partita "sporca", grazie ad un gran gol da fuori area di Gucher e all’ottava "perla" di Rizzo Pinna, svelto ed abile a sfruttare una clamorosa uscita a vuoto dell’esperto portiere Alfonso. A nulla è valsa la rete di Dalmonte, con un tiro da fuori area, sul quale Chiorra avrebbe dovuto fare meglio.

E’ finita con i 150 tifosi spallini che, dopo aver contestato all’inizio il presidente Tacopina (era rientrato negli Usa), hanno fischiato i biancocelesti, rimasti fermi per alcuni minuti davanti alla "Est". Non sappiamo se la nuova sconfitta costerà o meno la panchina a Colucci, mentre interessa che i rossoneri abbiano conquistato tre punti importantissimi e siano usciti tra gli applausi dei propri sostenitori, ieri sera particolarmente carichi, forse anche per la presenza di un avversario "storico".

Giustificata l’euforia di Gorgone in sala stampa. "Tre punti – attacca il trainer – che valgono moltissimo e che ci ripagano di quella vittoria che ci era stata tolta dal nubifragio dell’andata. Mi è piaciuto l’atteggiamento. In queste partite c’è bisogno di quello, anche se ci siamo fatti pareggiare troppo facilmente; ma complimenti a tutti, anche a chi è entrato".

"Adesso – ha aggiunto Gorgone – dobbiamo riuscire a dare continuità. Abbiamo tre-quattro partite prima della semifinale di ritorno di Coppa Italia; ci godiamo mezz’ora questa vittoria, ma siamo già concentrati per il match di sabato a Pineto". Poi il trainer ha analizzato brevemente alcune prestazioni, a cominciare da quella di Disanto, al suo esordio con la maglia rossonera. "Mi è piaciuto – ha sottolineato – : ha messo dinamismo, può fare molto meglio, ma sono contento che sia venuto a darci una mano. E’ vero che tra attaccanti esterni e trequartisti, abbiamo quattro giocatori intercambiabili, ma la competizione fa bene. Bene anche Magnaghi. I momenti cambiano in un attimo e non dimentichiamo che il giocatore viene da una lunga inattività".

"Permettetemi, infine, di dire – ha concluso il tecnico – che non ci meritiamo di avere soltanto 30 punti in classifica e mi dispiace per il collega Colucci che stimo e so come lavora".

Dunque la Lucchese riesce di nuovo a battere la rivale "storica" e conquista tre punti piuttosto importanti per la propria classifica.

Emiliano Pellegrini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su