Arezzo, la firma di Gucci sul "brand del gol". L’attaccante prolunga il contratto di un anno

Il bomber amaranto ha già realizzato otto reti e per il club resta un punto fermo della squadra. Adesso l’obiettivo è la doppia cifra

di AREZZO -
19 gennaio 2024
Arezzo, la firma di Gucci sul "brand del gol". L’attaccante prolunga il contratto di un anno
Arezzo, la firma di Gucci sul "brand del gol". L’attaccante prolunga il contratto di un anno

di Andrea Lorentini

Oggi è il giorno di Niccolò Gucci. E’, infatti, attesa in giornata la firma dell’attaccante sul rinnovo del contratto che lo legherà al club amaranto fino al 30 giugno 2025. Un prolungamento che il centravanti di Bagno a Ripoli si è guadagnato sul campo a suon di reti (già 8) e prestazione da vero uomo-squadra.

"Ha raggiunto un rendimento al top e crediamo che possa dare ancora tanto" aveva sottolineato Giovannini, mercoledì, a margine della conferenza stampa di presentazione di Catanese e Donati. Reti belle e pesanti quelle del 33enne centravanti, già decisivo nella passata stagione nella quale aveva dato un contributo determinante per la promozione in serie C. In totale sono 15 le reti in maglia amaranto, l’ultima nel derby contro il Perugia poco prima di Natale. Contro il Pescara sarà squalificato e la sua sarà un’assenza non da poco. Leader e riferimento nello spogliatoio, capitano anche senza fascia al braccio, indispensabile per Indiani. Ha velocemente sbaragliato la concorrenza di Kozak relegando il ceco a poco più che comparsa.

Dirigenza e staff tecnico ripongono talmente fiducia in lui che anche le strategie di mercato sono cambiate: probabilmente a gennaio può non arrivare nessun altro attaccante. Lo stesso Forte, obiettivo dichiarato e per il quale se ne riparlerà da febbraio, sarebbe venuto per fargli da vice e senza pretese di titolarità perchè davanti è lui il totem del cavallino. Adesso l’obiettivo è raggiungere la doppia cifra per la quale manca davvero poco. Insieme a Pattarello e Guccione forma un tridente che in pochi possono vantare nel girone B. Restando in tema di attaccanti sono ore calde per la cessione di Crisafi. Il 19enne argentino era finito nel mirino del Lecco in un possibile scambio di prestiti con Pinzauti, ma poi l’operazione non è andata in porto. Lo stesso Pinzauti, alla fine, si è accasato al Renate (ufficializzato ieri il suo trasferimento in prestito dal Lecco ndr) che ha vinto la concorrenza dei vari club che erano sulle tracce del 29enne attaccante toscano.

Sempre in stand by la situazione di Kozak per il quale non mancano estimatori, ma al tempo steso la cessione non si sblocca. In entrata il mercato dell’ è sostanzialmente chiuso. Può riaprirsi nel caso Borra trovasse una collocazione e in quel caso servirebbe un nuovo vice Trombini da inserire in uno scambio o cercare altrove. Al momento dunque, sono quattro le operazioni formalizzate dal duo Giovannini-Cutolo. Due in entrata con gli arrivi del laterale basso Francesco Donati e del centrocampista Giovannini Catanese e due in uscita con le cessioni dei terzini Samuele Zona e Andrea Poggesi rispettivamente al Messina e alla Pro Sesto.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su