Beoni: "Montevarchi sulla strada salvezza"

Il tecnico rossoblù analizza la vittoriosa trasferta sul campo del Ghiviborgo. "Tanto cammino ancora da fare, ma la squadra cresce"

di MONTEVARCHI -
12 marzo 2024
Beoni: "Montevarchi sulla strada salvezza"

Loris Beoni, 65 anni, da poche settimane alla guida del Montevarchi che domenica è ritornato all’appuntamento con la vittoria

di Giustino Bonci

Ci voleva ed è finalmente arrivata grazie all’atteggiamento in campo chiesto a chiare lettere alla vigilia della trasferta da Loris Beoni. La vittoria conquistata l’altro ieri al Carraia di Ghivizzano dal , sebbene non risolutiva e da bissare fin da domenica prossima con il Ponsacco in casa, ha avuto questo sì l’effetto di una robusta iniezione di fiducia. Soprattutto perché il 2-1 che restituisce all’Aquila un successo a distanza di quasi due mesi dal precedente – il 3-2 del 14 gennaio con il Tau – è arrivato sul campo del Ghiviborgo che tra le mura amiche ha il ruolino di marcia migliore insieme alla neo capolista Follonica Gavorrano. Non solo. L’allenatore dei valdarnesi aveva auspicato che i suoi ripartissero nello spirito, essenziale per chi aspira a salvarsi, visto nella ripresa con il Trestina e i giocatori lo hanno accontentato sin dalle battute iniziali. Di Rufini e Bontempi, tra i migliori in assoluto, le reti che incorniciano una prestazione corale e gagliarda in ogni reparto. Con qualche sbavatura ancora da limare ma senza mollare di un centimetro, neppure quando i lucchesi hanno pareggiato e l’inerzia della gara avrebbe potuto pendere della loro parte.

Al contrario, specie nella parte finale del secondo tempo, gli aquilotti hanno gettato le basi per portare in Valdarno tre punti fondamentali. In fondo, poi, la vera notizia è che sul piano della cattiveria agonistica e del carattere Lischi e compagni sono apparsi superiori ad un avversario che, di solito, non lascia troppo scampo agli ospiti. Bene così, dunque, pur senza lasciarsi prendere da eccessivi entusiasmi. Parola di Beoni, infatti "la strada da percorrere resta lunga". Analizzando l’incontro il mister ha anche aggiunto: "Ho visto dei notevoli miglioramenti, tenuto conto che affrontavamo la formazione dal gioco più brillante del torneo, ma mi preme far capire a tutti che solo con un approccio e una determinazione simili potremo raggiungere la salvezza. C’è tanto cammino da fare e non è certo sufficiente vincere una partita".

Sulla stessa lunghezza d’onda le dichiarazioni del presidente Angelo Livi improntate al realismo: "Mi è piaciuto il cambio di mentalità dei ragazzi, ben disposti in campo e attenti, ma allo stesso tempo ribadisco che abbiamo compiuto soltanto un primo passo. Concentriamoci, dunque, subito sull’incontro con il Ponsacco". Nel confronto casalingo contro la penultima in classifica, peraltro, il dovrà fare a meno del suo miglior marcatore, il centravanti Edoardo Priore. Era diffidato e pagherà dazio al cartellino giallo rimediato nella ripresa.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su