Calcio In Promozione Aprili è amareggiato per i rigori non concessi La Pontremoloese vittima degli arbitri

La Pontremolese subisce una sconfitta rovinosa contro il Pietrasanta nel campionato di Promozione. Nonostante l'equilibrio dei valori, la squadra si lamenta delle decisioni arbitrali e sta mettendo insieme un libro bianco dei torti.

30 gennaio 2024
Calcio In Promozione Aprili è amareggiato per i rigori non concessi La Pontremoloese vittima degli arbitri
Calcio In Promozione Aprili è amareggiato per i rigori non concessi La Pontremoloese vittima degli arbitri

Qualche consiglio a chi si era tuffato a capofitto nelle cerimonie celebrative del Viareggio ammazza-campionato. Meglio deporre il turibolo dopo quanto registrato nella domenica numero tre del girone di ritorno del campionato di Promozione. Sul sintetico del “Marco Polo Sports Center“, la marcia dei bianconeri, 11 vittorie e sei pareggi, si è contro il Pietrasanta. La caduta nel derbissimo è stata rovinosa, senza attenuanti.

Il campionato è comunque godibile, non foss’altro che per il suo andamento convulso e imprevedibile e l’appannamento di prospetti ritenuti determinanti ha contribuito ad accentuare l’equilibrio dei valori, un fenomeno che non coincide necessariamente con un livellamento verso il basso, come taluni sono inclini pensare. Un torneo emozionante ed aperto ad ogni soluzione, se, dopo venti giornate, le prime tre sono quasi sulla stessa linea. Tutti ne dobbiamo essere soddisfatti, perché ce ne vorrà prima di sapere come finirà il “fumettone“ che resta in attesa delle decisioni del giudice sportivo.

La Pontremolese, pur avendo poche idee di gioco, domina nella seconda frazione la Real Cerretese ma si è vista costretta a subire una direzione di gara non all’altezza e divedere la posta in palio. "Basta, non possiamo pagare sempre noi delle scelte che appiaiono già errate in partenza. Non si può far maturare un frutto contro natura...". La rabbia non è sfumata. Le immagini sulla partita Pontremolese- Real Cerretese non gli hanno fatto cambiare idea. Il nocchiero della Pontremolese Pier Giorgio Aprili è sempre più convinto di essere vittima, lui e la sua squadra. Le errate valutazioni di Lachi sono state confermate al termine della gara da un calciatore della squadra fiorentina alla presenza di un dirigente della Pontremolese: "Su Simonelli c’era il rigore". L’undici dell’Azzurra è prima stato atterrato in area e sullo scavetto per far ripartire l’azione la palla è stata colpita con la mano da parte di un difensore gialloverde. Sul secondo braccio largo di un giocatore ospite, sempre in area ospite, Bruzzi non sa darsi pace come il direttore (lontano dall’azione) abbia fatto cenno di proseguire. Dati alla mano, le direzioni non all’altezza dell’importanza della posta in palio sono destinate a far perdere la pazienza e voce ad Aprili e alla dirigenza azzurra che stanno mettendo insieme un libro bianco dei torti (o presunti tali) che i vertici Aia devono tenere in considerazione.

Ebal.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su