Coppa Italia, semifinale al primo round. Malagrida non vede l’ora di prendersi il ’Romeo Neri’

Da una parte il campionato con il punto conquistato sul campo della Juventus Next Gen e la gara con il...

23 gennaio 2024
Malagrida non vede l’ora di prendersi il ’Romeo Neri’
Malagrida non vede l’ora di prendersi il ’Romeo Neri’

Da una parte il campionato con il punto conquistato sul campo della Juventus Next Gen e la gara con il Picerno alle porte. Dall’altra, dietro l’angolo, la partita d’andata della semifinale di Coppa Italia in programma domani sera (alle 20.30) al ’Romeo Neri’ contro il Catania. Il Rimini questa settimana viaggia su due binari. Questa volta altrettanto importanti. Perché se è vero che la coppa è sempre, e da sempre, considerata la ‘sorella povera’ del campionato, ora nelle sue battute finali assume un ruolo non di poco conto. Insomma, il ballo è iniziato e a tutti conviene ballare pensando soprattutto alla possibilità di vincerla e guadagnarsi un posto ai playoff. Un passo indietro e un passo avanti lo fa Lorenzo Malagrida. Il giovane centrocampista appena arrivato in Romagna dalla Sampdoria è subito stato buttato nella mischia da mister Troise sabato scorso ad Alessandria. Un debutto fatto di buone cose per lui. E che assume ancora più valore se si pensa che Malagrida a quel debutto in maglia a scacchi c’è arrivato con appena un paio di allenamenti nelle gambe insieme ai nuovi compagni. "Grazie a loro – dice – sono riuscito ad adattarmi subito alle dinamiche di gioco e anche di spogliatoio. Mi piace la città, non è mai facile cambiare ambiente in due giorni, senza preavviso. Comunque mi sono adattato bene, mi piace la città, mi piace il posto e sto bene". Il tutto in una gara complicata. "Non era una partita facile, siamo riusciti fin da subito a tenere botta a una squadra che comunque è attrezzata – sottolinea il centrocampista – Ho provato a mettere al servizio della squadra le mie qualità, che possono essere rapidità, tecnica, provare a fare un assist al compagno, poi è finita 0-0 e ci portiamo a casa questo punto, colto su un campo difficile". Ora la coppa, dicevamo. Quella semifinale che è storica per il club biancorosso. "Sicuramente è una partita con ancora più motivazioni – pensa già alle emozioni del ’Neri’ Malagrida – e per questo sarà ancora più bella. Poi giochiamo in casa, non vedo l’ora che sia il giorno della partita". Non dovrà attendere ancora tanto il giovane centrocampista. Oggi è già il giorno della rifinitura per capitan Colombi e compagni e delle scelte per mister Troise. Ma c’è da scommetterci che nel primo round contro il Catania domani ci sanno tanti big in campo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su