"Federico Magrini nuovo allenatore della Lampo Meridien"

La Lampo Meridien ha sostituito l'allenatore Federico Montagnolo con Federico Magrini, che ha già vinto la Coppa Italia a livello regionale. La Cerretese, guidata da Andrea Petroni, affronterà la Lampo Meridien in una partita di coppa. Il Monsummano, intanto, ha perso 2-0 contro la Lunigiana Pontremolese.

6 dicembre 2023
Federico Magrini

Arrivano importanti novità dal mondo del Lampo Meridien. Federico Montagnolo non è più l’allenatore della prima squadra. La società ha preso la decisione di allontanarlo dalla guida del team, perché non soddisfatta dell’andamento di questa prima parte della stagione. Al suo posto è stato promosso Federico Magrini, finora allenatore in seconda. Elemento esperto e di valore, ha già guidato la prima squadra. Nella passata stagione, infatti, nel marzo del 2023, con lui in panchina la Meridien ha vinto la Coppa Italia a livello regionale. IL nuovo allenatore avrà come secondo Marco Bartolozzi, attuale tecnico degli juniores regionali. Il tempo di ricevere il nuovo incarico e mister Magrini sarà subito al lavoro per la partita di questa sera. Sarà infatti un mercoledì di coppa allo stadio dei Giardinetti di Lamporecchio. Con inizio alle ore 20, si affrontano il Lampo Meridien e la Cerretese. È la seconda partita del triangolare di qualificazione. Nella prima gara la Larcianese ha battuto il Lampo Meridien 2-1. Prossima e ultima partita del minigirone è in programma il 10 gennaio tra Cerretese e Larcianese. Nella partita di stasera la Cerretese, guidata da Andrea Petroni, forte del momento di forma che sta attraversando, cercherà di conquistare l’intera posta in palio e contendersi la qualificazione con la Larcianese. La Lampo dovrebbe invece vincere largamente e sperare in un arrivo a tre. Ricordiamo che la formazione vincente della Coppa Italia accede di diritto alla fase finale dei play off per accedere in Eccellenza.

Per quanto riguarda le altre valdinievoline di Promozione, con la Larcianese che ha riposato, c’è un Monsummano che si lecca le ferite. Si sapeva che sarebbe stata dura contro la Lunigiana Pontremolese. Però l’Intercomunale ha stretto i denti, ed ha fatto quanto di più ha potuto. Il 2-0 che ha permesso alla squadra massese di espugnare lo "Strulli", è maturato nel corso del secondo tempo, e dopo che gli amaranto di mister Matteoni, in difficoltà per le tante assenze, hanno lottato e fatto del loro meglio. "Purtroppo non c’è stato niente da fare – ha detto il direttore sportivo Daniele Fanucci –. È un peccato, perché è da qualche settimana che siamo in difficoltà. Pesano tanto gli infortuni, i malanni di stagione e le assenze pesanti, legate anche alle squalifiche. Contro la Lunigiana Pontremolese eravamo veramente contati. Capita molto spesso in alcuni periodi dell’anno. Peccato che sia successo in questa occasione, dove andavamo ad affrontare una squadra forte, che lotterà fino alla fine per poter andare nella categoria superiore. Speriamo di recuperare qualcuno, già dal prossimo turno di campionato – conclude – per poter terminare nel migliore dei modi questo nostro buon girone d’andata".

Lo Iacono–Mancini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su