Fermana, guai a sbagliare con la Spal. Protti: "Adesso ci servono i risultati"

Al Recchioni arrivano i ferraresi: sono reduci da due sconfitte e sono in zona playout. Il tecnico: "Dobbiamo provarci a tutti i costi"

18 febbraio 2024
Fermana, guai a sbagliare con la Spal. Protti: "Adesso ci servono i risultati"

Il tecnico della Fermana Stefano Protti

Al Recchioni arriva la Spal. Dopo quella di Perugia, altra sfida dal blasone importantissimo per la Fermana. Stavolta però di tutt’altro respiro. Vero che i ferraresi sono reduci da due vittorie consecutive dopo il ritorno di Mimmo Di Carlo in panchina, ma rimangono pur sempre in zona playout. A questo punto della stagione i gialloblù non devono guardare in faccia nessuno e fare punti con ogni mezzo possibile per provare ad alimentare il sogno chiamato salvezza. Purtroppo nessuna buona dall’infermeria come si pensava nell’antivigilia, anzi. Torna a pieno regime Scorza, ma Malaccari non ce la fa. L’ex Brindisi venerdì è tornato a correre ma non è stato rischiato. Restano ai box anche i vari Giandonato, Fontana, Spedalieri e De Santi: a loro si aggiunge anche Semprini, non al meglio in settimana. Alla vigilia della partita, mister Stefano Protti ha analizzato così la sfida: "Affrontiamo la Spal che ha fatto sei punti nelle ultime partite, hanno riniziato ad andare forte. Ma non dobbiamo guardare le altre, che non vengono a regalarci i punti. Per noi sarà un’altra partita importante e dovremo fare bene come abbiamo fatto contro il Perugia, però cambiando il risultato, o almeno provandoci a tutti i costi".

Fa strano vedere i ferraresi così in basso, basta guardare il livello del roster sulla carta: "La Spal ha una rosa importante, si aspettavano un campionato di vertice. A gennaio si sono anche rinforzati con arrivi dalla B. Squadra esperta che aveva perso un po’ di certezze, ma il vecchio allenatore sembra avergliele ridate. Noi dobbiamo continuare a fare delle buone partite. A Perugia abbiamo cambiato qualcosa e rimarremo su quella strada lì, ora non resta che cambiare il risultato. Anche se abbiamo diverse defezioni che ci complicano la vita, ma quelli che andranno in campo sapranno fare la loro partita. Tornando sulla sconfitta amara di Perugia: "Avevamo fatto una buona gara. Non posso dire buonissima perché il risultato purtroppo fa cambiare l’idea e l’umore delle persone. Noi siamo consapevoli di averla fatta, ma non siamo riusciti a portare a casa il risultato. Questo vuol dire che dobbiamo fare una buonissima partita e dobbiamo migliorare nelle sfumature: gli altri hanno avuto tre palle gol e realizzata una, noi quattro e realizzate zero. Il calcio è fatto di piccole cose che molte volte fanno la differenza. Ma lo spirito dei ragazzi è stato favoloso e sono convinto che lo sarà anche contro la Spal". Anche l’allenatore della Spal Di Carlo ha parlato del match: "Quella di Fermo è la terza partita in una settimana e ci attende una squadra che deve fare punti, così come noi, quindi c’è poco da ragionare. Andiamo in un campo tosto e sotto il punto di vista caratteriale sarà una bella sfida. Rispettiamo la Fermana, perché nelle ultime sfide ha dimostrato di essere una squadra che non ha mollato e crede nella salvezza, ma noi dobbiamo dare continuità a quello che stiamo facendo".

Filippo Rocchi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su