Follonica Gavorrano. Botrini: "Per ripartire unica via è il lavoro»

Tommaso Botrini, giovane difensore del Follonica Gavorrano, sottolinea l'importanza del lavoro per ripartire dopo la sconfitta. Con 20 presenze in stagione, si impegna a migliorare con l'aiuto dei compagni più esperti. L'obiettivo è continuare a lottare sia in Coppa che in campionato.

9 febbraio 2024
Botrini: "Per ripartire unica via è il lavoro"
Botrini: "Per ripartire unica via è il lavoro"

Rialzarsi seguendo la via del lavoro. È questo il diktat di Tommaso Botrini, difensore classe 2005 del Follonica Gavorrano. Impiegato come terzino destro e, all’occorrenza, come centrale, Botrini è cresciuto nel settore giovanile dell’Empoli e finora in Maremma ha messo a referto 20 presenze in stagione – 17 in campionato e 3 in Coppa Italia di serie D – nel pacchetto arretrato schierato dal tecnico biancorossoblù. "La via è quella del lavoro, è l’unica strada da seguire per ripartire dopo la sconfitta – aggiunge – così potremo tornare a ottenere i risultati che speriamo. Domenica ci sarà già un impegno con la Coppa e avremo l’occasione di rifarci, dando il massimo come abbiamo sempre fatto. Con il Sansepolcro nel primo tempo siamo scesi in campo un po’ lunghi e sfilacciati tra i reparti, poi nella ripresa sono venuti fuori loro negli ultimi 20 minuti e noi non siamo riusciti a creare molte occasioni. Ci prendiamo le nostre responsabilità e guardiamo alla prossima gara". Una buona stagione quindi per il giovanissimo terzino, che spera di proseguire con la sua crescita e migliorare ancora di più, con i sapienti insegnamenti di capitan Dierna e degli altri difensori. "I compagni mi danno una grande mano e tanti insegnamenti – spiega Botrini –. Sia quotidianamente che agli allenamenti, sento che sto crescendo molto. Dai giocatori al mister e allo staff, sono tutte persone esperte e competenti che sono nel calcio da tanto e mi stanno facendo crescere, sono grato per questo. Sono al primo impatto in una squadra con i "grandi", quindi soprattutto all’inizio ho pagato un po’ lo scotto anche con qualche cartellino di troppo. Ma come gruppo mi sono sentito subito a mio agio, in ogni allenamento miglioro e i più esperti mi trasmettono i loro insegnamenti. Che io prendo con tutta la felicità di questo mondo, perché posso solo imparare da loro". E la stagione è ancora lunga. "Sappiamo i nostri obiettivi – prosegue Botrini – e vogliamo portare avanti entrambi i fronti, sia la coppa che il campionato".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su