Forlì, sogno promozione. Decisivo il ‘Morgagni’

Calcio serie D I galletti secondi nel rendimento interno, ma vietato frenare

di FRANCO PARDOLESI -
14 marzo 2024
Forlì, sogno promozione. Decisivo il ‘Morgagni’

I biancorossi festanti per il successo 3-1 sul Prato, ultima gara disputata al Morgagni: per loro 28 punti in casa in 13 partite

Forlì: otto partite per decidere cosa fare da grande. Il girone D della serie D di calcio vive quest’anno una stagione che, andando a spulciare negli annali, raramente ha presentato un gruppo così nutrito di contendenti ancora in lizza, pronte a sgomitare per salire al piano superiore del calcio italiano. In passato sono stati duelli, o tuttalpiù ‘trielli’, a caratterizzare lo sprint per centrare la vittoria. Mai sei squadre ancora in grado di far la voce grossa è una situazione mai verificatasi a queste latitudini e, per questo, avvincente.

Con 24 punti a disposizione da qui al fatidico 5 maggio, la classifica vede al comando il Ravenna, a quota 51, tallonato nell’ordine da Carpi (50), Forlì (49), Lentigione e Victor San Marino (47) e Corticella (45). Dopo il ‘fangosissimo’ pareggio di domenica scorsa, strappato nell’acquitrino di Sant’Angelo Lodigiano, le otto tappe che attendono la squadra di mister Mauro Antonioli sono equamente suddivise tra gare che vedranno i galletti sull’erba del Morgagni e quelle in trasferta.

Per puntare al bersaglio grosso è evidente che i biancorossi dovranno trarre il massimo dai quattro match casalinghi imponendo il famoso ‘fattore campo’. Partendo da domenica col tranquillo Fanfulla: impegno da affrontare concentrati per i sette blitz centrati in questo torneo dai lombardi. Una partita che dovrà servire ai galletti da rampa di lancio prima dell’impegnativo ‘tour de force’ che li vedrà a tu per tu con le cinque avversarie impegnate nel volatone finale. Il match di domenica precederà i testa a testa con Corticella (in trasferta), Lentigione (in casa), Ravenna (fuori), Victor San Marino (al Morgagni) e Carpi (in trasferta). Partite al calor bianco che decideranno le sorti del Forlì.

Per restare aggrappati al vertice lo stadio forlivese dovrà trasformarsi, giocoforza, in un autentico fortino. A questo proposito la statistica sembra sorridere a Merlonghi & Co. che, davanti ai propri tifosi (segnalati nelle ultime gare in aumento, attratti dalle buone prestazioni e dall’aria salubre dell’alta classifica) hanno raccolto 28 punti. Un bottino frutto di 9 successi e 1 pareggio, a fronte di 3 sconfitte, messo in carniere spedendo in fondo alla rete 20 palloni e, soprattutto, grazie alle sole 11 reti incassate da Pezzolato.

Negli impegni interni il rendimento di Gaiola e soci figura in seconda posizione, preceduto solamente da quello del Ravenna, con 29 punti, sconfitto in casa in due sole occasioni. In questa speciale classifica il Carpi figura al terzo posto, a quota 27, battuto una sola volta (1-2) proprio dal Fanfulla domenica avversario dei galletti. Ben più staccate le altre protagoniste del campionato: in quarta posizione bene il Victor San Marino, a quota 25, seguito da un Prato (24) che sconta il modesto rendimento in trasferta; poi Lentigione (23), Imolese (22) e Sammaurese (21), per la quale vale lo stesso discorso fatto per il club laniero.

Il menù di domenica, infine, visto da viale Roma si annuncia decisamente interessante con la trasferta del Victor San Marino ad Agliana e, soprattutto, col big match Carpi-Ravenna. Per il Forlì l’imperativo è, come detto, vincere in casa e poi aspettare i risultati delle contendenti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su