Il finale di stagione. Il cammino verso la salvezza appare decisamente in salita

Agli orange servirà un cambio di rotta per tenersi alle spalle i rivali del Progresso.

4 aprile 2024
Il cammino verso la salvezza appare decisamente in salita

Il volto affranto di Gabriele Parigi dopo l’ultimo ko della sua Pistoiese sul campo del Borgo San Donnino. Poi è arrivato l’esonero (foto Rastelli)

Cambia la guida tecnica in casa Pistoiese ma non la necessità, o sarebbe meglio dire l’urgenza, di raccogliere quanti più punti possibili nelle cinque giornate mancanti da qui al termine della stagione regolare. Il mese di aprile proietterà le compagini di Serie D verso il traguardo finale, col campionato che terminerà il 5 maggio per lasciare poi spazio a playoff e playout. La classifica della Pistoiese non è decisamente delle migliori: l’Olandesina attualmente si trova al quintultimo posto con 32 punti, gli stessi del Progresso con cui però la Pistoiese ha il vantaggio degli scontri diretti grazie alla vittoria nel match di andata e al pareggio in quella di ritorno. In caso di arrivo a pari punti la squadra arancione sarebbe quindi favorita rispetto a quella rossoblu, ma il trend delle ultime settimane vede i bolognesi in netta ripresa ed è probabile che il Progresso possa ben presto mettersi alle spalle Carannante e compagni. Tre punti più avanti rispetto alla Pistoiese c’è la Sammaurese, che ad oggi sarebbe salva direttamente grazie alla forbice, ma pensare di recuperare terreno nei confronti dei giallorossi è una prospettiva più utopistica che altro. La corsa degli arancioni dovrà quindi essere nei confronti del Progresso, che nelle prossime due partite avrà il peggior calendario possibile.

I bolognesi sfideranno infatti Carpi e Ravenna, rispettivamente prima e seconda forza del campionato. La Pistoiese sarà invece attesa dalla sfida in casa del Fanfulla, virtualmente già salvo e con alcune difficoltà societarie, e da quella interna col Sangiuliano City, a cui manca solo la matematica per festeggiare la permanenza in categoria. Le prossime due domeniche potrebbero quindi essere decisive per le speranze degli arancioni di aumentare nuovamente la distanza dalla quartultima classificata. Anche perchè nei successivi tre turni il Progresso sfiderà Aglianese, Sammaurese e infine il Mezzolara: le prime due verosimilmente non avranno più obiettivi, mentre l’ultima sarà con ogni probabilità già retrocessa.

Obbligatorio rialzare la testa pure per l’Aglianese, che non porta a casa punti ormai da ben quattro giornate. Un mese di sconfitte che ha compromesso in modo fatale le ambizioni di alta classifica della formazione del patron Fossati. A cinque turni dal termine l’Aglianese staziona al decimo posto con dieci lunghezze di ritardo dai playoff, un margine che sembra impossibile da colmare anche nel caso in cui i neroverdi riuscissero a fare bottino pieno. Per altro Perugi e compagni saranno attesi da un finale di stagione decisamente impegnativo: il calendario riserva infatti gli impegni con Sammaurese, Mezzolara, Progresso, Certaldo e Forlì. Quattro dei cinque match in programma saranno contro formazioni in piena lotta salvezza e che daranno l’anima per portare a casa almeno un punto. Sarà quindi un mese in cui l’Aglianese dovrà avere la forza di fare battaglia domenica dopo domenica, per provare a chiudere il campionato nella maniera più dignitosa possibile.

Michele Flori

Continua a leggere tutte le notizie di sport su