Il giorno del (quasi) inedito derby del Metauro. E Fano aspetta il nipote di Cannavaro

Va in scena Alma-Fossombrone. Sarà pubblico delle grandi occasioni. I granata puntano il centrocampista. Intanto aggregato Zammarchi

17 settembre 2023
Il giorno del (quasi) inedito derby del Metauro. E Fano aspetta  il nipote di Cannavaro
Il giorno del (quasi) inedito derby del Metauro. E Fano aspetta il nipote di Cannavaro

Ieri si è aggregato il nuovo arrivato Andrea Zammarchi, però il presidente Mario Russo potrebbe fare un altro regalo a mister Scorsini e ai tifosi fanesi: Manuel Cannavaro, centrocampista napoletano di 21 anni, nipote di Fabio Cannavaro, cresciuto nel Sassuolo e poi in C col Taranto e lo scorso anno in D col Casarano. Per un giorno il mercato può aspettare perché oggi si gioca.

È un derby inedito, o quasi, quello che di scena questo pomeriggio allo stadio "Bonci" di Fossombrone tra l’Alma e il Fossombrone. Mister Scorsini, tecnico dei granata, mette subito le mani avanti. "Io che ho fatto da calciatore in Serie C i derby veri, e per derby veri, nessuno si offenda, intendo Fano-Vis Pesaro, posso capire che per la nostra tifoseria il derby vero sia quello, ma questo è un derby vero di serie D, giochiamo oggi in Serie D e questa è la realtà, per cui ci dobbiamo confrontare con squadra titolate ed io reputo il Fossombrone un’ottima compagine". I pericoli maggiori per l’Alma vengono proprio dagli ex. "Germinale, Casolla – continua l’allenatore –, ci aggiungo Pagliari e altri, sono elementi importanti per il Fossombrone, giocatori di categoria che hanno fatto la fortuna del Fano in annate diverse. Casolla l’ho avuto l’anno scorso ad Avezzano (9 gare 3 reti, ndr), è un calciatore stratosferico per questa categoria, un attaccante che vede la porta come pochi. Perciò rappresenta per la nostra difesa un pericolo costante. Ma il pericolo numero uno è la gara di per sé. Perché io non conosco partite semplici in questo girone. Soprattutto mi piacerebbe vedere migliorie della mia squadra che sta facendo molto bene come dimostrano i due incontri in Coppa e campionato". Sul fronte granata, come detto, gli ex sono Riggioni e Zingaretti con quest’ultimo che scalpita per giocare. Ma è assai probabile che i due tecnici confermino le formazioni di domenica scorsa, con l’unica variazione nei padroni di casa di Casolla per Germinale dal primo minuto. In casa fanese l’ultimo arrivato Zammarchi andrà in panchina. "Con l’arrivo di Zammarchi dico che il Fano si è rinforzato – conferma mister Scorsini – perché si è aggiunto un giocatore di qualità, giovane ma che ha già fatto campionati in D. Lo conosco bene per averlo affrontato l’anno scorso al Roma City. È un giocatore che ha quelle caratteristiche e qualità che cercavamo in questo momento perché abbiamo Serges e Padovani out".

Così in campo, stadio "Marcello Bonci", ore 15,00.

Fano Alma Juve (3-5-2): Guerrieri, Mancini, Tomassini, Riggioni; Pensalfini, Zanni, Urbinati, Gonzalez, Roberti; Tenkorang, Brunetti. A disp. Olivieri, Allegrucci, Saponaro, Zingaretti, Antonioni, Malshi, Esposito, Zammarchi, Badan. All. Scorsini.

Fossombrone (4-3-3): Marcantognini; Bianchi, Urso, Rovinelli Mea; Conti, Bucchi, Bio; Fagotti, Casolla, Pagliari. A disp. Ciavaglia, Fraternale, Procacci, Tagnani, Salvi, Pandolfi, Palazzi, Germinale, Battisti. All. Fucili.

Arbitro: Gianluca Guitaldi di Rimini, assistenti Simona Cavallari e Matteo Merloni di Ravenna. s.c.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su