Il Montevarchi dei giovani. Calori: "Lo spirito giusto"

L’analisi del tecnico rossoblù dopo il punto conquistato a Grosseto "L’atteggiamento dei miei ragazzi fondamentale per ottenere il pari".

di MONTEVARCHI -
23 dicembre 2023
Il Montevarchi dei giovani. Calori: "Lo spirito giusto"
Il Montevarchi dei giovani. Calori: "Lo spirito giusto"

di Giustino Bonci

Un pareggio che vale una vittoria per chiudere l’anno con il sorriso e guardare con maggiore fiducia alla ripresa di gennaio. E’ il senso del 2-2 conquistato con personalità da un dall’età media verdissima a Grosseto, sul campo di una delle squadre favorite per il salto di categoria. Ad un certo punto, nella ripresa, l’Aquila ha schierato ben otto under, senza tremare quando i torelli maremmani hanno prima raggiunto il pari e poi segnato il 2 -1 e ottenendo con il gran gol di testa di Edoardo Priore il premio meritato per la prova di spessore offerta allo Zecchini: "Il primo tempo – ha commentato Simone Calori – è stato davvero buono, di fronte ad una formazione che gioca molto bene potendo contare su titolari e cambi importanti. Alla distanza il Grosseto ha fatto valere i valori tecnici di cui dispone ma l’atteggiamento e lo spirito dei miei ragazzi hanno permesso di portare a casa un punto fondamentale per il morale del gruppo e per la società che ci sta vicina". Sulle tante "quote" utilizzate anche perché in Maremma gli aquilotti erano orfani, senza contare i lungodegenti Nannini e Casagni, degli infortunati Pardera, Conti, Messini, Borgarello e dello squalificato Keqi, l’allenatore dei rossoblù ha aggiunto: "Non ho paura di far giocare giovani e giovanissimi. Se un calciatore è bravo l’età non conta. Ammetto, però, che quando un 2004 o un 2005 devono misurarsi con una corazzata come quella grossetana è chiaro che un pizzico d’esperienza in più può diventare determinante".

Per supplire alla notevole differenza di età, Calori aveva chiesto ai suoi di scendere sul terreno "in maniera sfacciata" e la risposta ricevuta è stata confortante, al punto che i montevarchini sono riusciti a mettere in difficoltà la terza forza del girone costruita per il vertice, imbrigliandola a dovere fin dal fischio d’inizio. Nell’ultima di andata sono due i giocatori che si sono messi maggiormente in luce aldilà dei meriti collettivi: il centrocampista Marco Bontempi, autore del momentaneo vantaggio e a segno nella sua prima da titolare, e il bomber Edoardo Priore, salito con la prodezza di giovedì scorso al terzo posto della classifica marcatori con 8 centri.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su