Imperativo ‘lavorare’. La strada del Pontedera

Il momento difficile da superare. Espeche e Lombardi: "Testa bassa"

di STEFANO LEMMI -
20 febbraio 2024
Imperativo ‘lavorare’. La strada del Pontedera

Marcos Espeche, 38 anni, difensore del Pontedera

Lavoro. E’ questa la parola più usata dopo la battuta d’arresto di Rimini (3-1) tra i protagonisti che si sono presentati ai microfoni per i commenti post partita. Ossia, dopo l’allenatore Massimiliano Canzi, il capitano Marcos Espeche (38) e il centrocampista Alessandro Lombardi (24), che hanno utilizzato lo stesso vocabolo come soluzione per l’uscita da questo momento complicato che ha portato, domenica, alla quarta sconfitta nelle ultime 6 partite, con 4 punti conquistati sui 18 disponibili.

"Sicuramente abbiamo giocato un secondo tempo rinunciatario - è stato il commento di Espeche – ed è evidente che stiamo attraversando un periodo di difficoltà. Lo sappiamo, quindi sta a noi continuare a lavorare e a riprenderci prima possibile, perché questa squadra è capace di fornire prestazioni e risultati. Sono dell’idea che tutto fa parte di un processo di crescita, ma a nessuno piace stare troppo tempo dentro ad un periodo di difficoltà". "In ogni caso – ha concluso il difensore - noi giocatori la faccia ce l’abbiamo sempre messa e continueremo a farlo. Però conosciamo la strada per uscire da questa situazione, che è attraverso il lavoro. Dobbiamo ritrovare la nostra consapevolezza di chi siamo, anche attraverso i risultati positivi, che sono quelli che ti fanno stare tranquillo e lavorare con serenità. Da domani riprenderemo a cercare ciò che abbiamo smarrito, ossia lo spirito giusto per affrontare certe partite e che invece ci è mancato. Dobbiamo ritrovarlo".

Anche Lombardi, domenica ex di turno in campo, ha, come detto, puntato sul lavoro: "Sicuramente stiamo prendendo tanti, troppi gol, per cui in settimana dovremo lavorare sugli errori commessi. Altro non si può fare. Sulla partita c’è poco da dire, se non che è stata una partita strana. Siamo partiti bene, abbiamo trovato subito il gol ma non siamo riusciti a dare continuità al gioco, mentre il Rimini è stato bravo a gestire i palloni e ad avere tante occasioni per metterci in difficoltà. Resta il fatto che abbiamo preso altri 3 gol e questo è un problema che dobbiamo risolvere".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su