K Sport e Urbino d’Eccellenza. Due vittorie per volare più in alto

Recrimina l’Urbania del patron Sansuini: "Con la capolista Civitanovese dovevamo essere più furbi"

13 febbraio 2024
K Sport e Urbino d’Eccellenza. Due vittorie per volare più in alto
K Sport e Urbino d’Eccellenza. Due vittorie per volare più in alto

Con le prime tre della classe vincenti, l’alta classifica di Eccellenza non registra cambiamenti. Riguardo le pesaresi, blitz dell’Urbino in quel di Montegiorgio e vittoria della K Sport contro il Monturano. Nulla da fare per l’Urbania al cospetto della capolista Civitanovese e di fronte al pubblico delle grandi occasioni. A nove giornate dal termine il campionato in alto ha praticamente tutto da dire con ben 9 squadre divise da 9 punti a giocarsi la vittoria finale e l’ingresso nei playoff. In fondo, colpo di coda dell’Azzurra (1 a o con la Maceratese).

Qui Montecchio Gallo. "Vittoria importante questa con il Monturano – commenta il direttore generale del Montecchio Gallo Matteo Mariani – che ci permette di restare saldi in zona play off, che con l’equilibrio che regna è già molto importante. Siamo stati bravi a sbloccarla subito e raddoppiare già nel primo tempo. Nella ripresa i ragazzi si sono un po’ adattati all’avversario limitandosi a controllarlo, pungendo in contropiede. Ora ci aspetta una trasferta difficilissima al Helvia Recina di Macerata, con i nostri avversari che vorranno rifarsi della brutta sconfitta a Colli del Tronto".

Qui Urbino. Il successo dei ducali sul campo del Montegiorgio è commentato dal direttore generale Iva Santi: "Una vittoria molto importante per il morale e per la classifica. Siamo andati sotto dopo 18 minuti ma abbiamo avuto una reazione da grande squadra suggellando poi nella ripresa la vittoria con una prestazione di spessore. Questa vittoria ci è mancata tanto ma la squadra non ha mai perso fiducia. Ora speriamo di riprendere il nostro cammino perché questa è una squadra con valori notevoli e ragazzi straordinari. Testa alla prossima quando riceveremo al Montefeltro la Sangiustese per dare continuità a questa importante vittoria".

Qui Urbania. "La partita con la Civitanovese l’avevamo iniziata bene – osserva il patron dell’Urbania Jacopo Sansuini – siamo andati in vantaggio meritatamente con il nostro classe 2005 Salvi, un gran gol il suo. Poi però come purtroppo ci capita spesso ed è successo diverse volte, quando passiamo in vantaggio facciamo fatica a tenere il risultato. Il vantaggio in questo caso è durato appena 2 minuti. Il nostro limite di quest’anno è di concedere troppo, parlo a livello di squadra non del reparto difensivo, perché quando si prende gol è colpa di tutti. Poi la Civitanovese ci ha messo sotto anche se sul 2 a 1 a loro favore c’è stato annullato un gol per fuorigioco dubbio. Nel finale la Civitanovese ha legittimato la vittoria, è una squadra costruita per vincere il campionato ed è meritatamente prima in classifica, noi però potevamo fare qualcosa in più, stare attenti e una volta andati in vantaggio dovevamo avere la furbizia e la personalità di gestire il risultato in maniera diversa invece abbiamo subito il gol".

Amedeo Pisciolini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su