La Civitanovese nel 2024: "Decisi a concedere il bis"

Il tecnico Alfonsi dopo il girone di andata chiuso in testa con il Chiesanuova "Non lasceremo nulla di intentato, i tifosi meritano altre categorie".

2 gennaio 2024
La Civitanovese nel 2024: "Decisi a concedere il bis"
La Civitanovese nel 2024: "Decisi a concedere il bis"

"L’annata è stata ottima, non ho particolari rammarichi, se non per la gara di Jesi, condizionata dagli episodi. Il 2024? Nessuna promessa ai tifosi, ma daremo il massimo". A parlare è Sante Alfonsi, tecnico della Civitanovese che condivide il primato di classifica insieme con il Chiesanuova. Domenica i rossoblù saranno impegnati nell’ostica trasferta di Urbino nella prima giornata del girone di ritorno.

Alfonsi, come giudica il suo 2023 alla Civitanovese?

"È stato un anno positivo, non ci aspettavamo di occupare questa posizione di classifica a dicembre. Tuttavia, penso che sia un successo meritato e frutto del lavoro del club. Quando sono arrivato ho trovato una squadra valida, i ragazzi si sono messi subito a disposizione e abbiamo iniziato bene. Nelle ultime giornate abbiamo incontrato qualche difficoltà, ma ci può stare in un girone d’andata così complicato".

Peccato che l’anno sia terminato con la sconfitta a Jesi.

"Sì, ma non sono state tutte nostre responsabilità. Per carità, non vogliamo dare la colpa a nessuno: sbagliamo anche noi, ma la gara è stata rovinata da alcuni episodi".

Oltre ad avervi portato una sconfitta, quella gara vi è costata la squalifica dei titolari Testa, Spagna e Buonavoglia in vista della partita di Urbino.

"Parliamo di tre assenze importanti. Sono certo che gli altri faranno bene, ma avrei preferito avere tutti a disposizione. Siamo stati privati di alcuni giocatori in maniera scorretta".

Ma ci sono anche buone notizie: Becker e De Vito sono tornati in gruppo.

"Stanno bene e credo che potranno essere disponibili per Urbino".

Quali sono i buoni propositi per il nuovo anno?

"Non possiamo promettere niente di clamoroso né montarci la testa. Faremo il massimo per far gioire i tifosi che meritano altre categorie e debbono poter vedere una squadra che in campo dia sempre tutto. Promettiamo di ripetere quanto fatto nell’andata, poi il calcio è imprevedibile".

Non sarebbe il caso di segnare qualche gol in più?

"Sì, ma per quasi tutto il girone ci è mancato Spagna e non avevamo Buonavoglia. È vero che dobbiamo migliorare da questo punto di vista e anche nelle ultime partite abbiamo preso dei gol che avremmo potuto evitare, ma ci stiamo lavorando".

Finora che impressioni le ha destato il torneo?

"È complicato, dove anche l’ultima in classifica (Azzurra Colli) è una formazione di qualità. Abbiamo notato che anche le altre squadre fanno fatica, si può vincere e perdere con chiunque".

Ha qualche rammarico?

"Il rammarico è per il match di Jesi. Dispiace aver perso al 91’ con una gara decisa in quel modo".

Francesco Rossetti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su