La Pro Sesto va oltre la crisi: "Immeritato ko, ci rialzeremo"

Serie C, quarta sconfitta di fila contro l’Atalanta U23. Il ds Califano controcorrente "Perso per un infortunio, c’è rabbia ma anche determinazione per tirarci fuori".

di MATTIA TODISCO -
19 dicembre 2023
La Pro Sesto va oltre la crisi: "Immeritato ko, ci rialzeremo"
La Pro Sesto va oltre la crisi: "Immeritato ko, ci rialzeremo"

Continua il momento complicato della Pro Sesto, giunta alla quarta sconfitta consecutiva nel girone A della Serie C. Permane il quart’ultimo posto in classifica, davanti solo a Fiorenzuola, Alessandria e Novara. La buona notizia è che le altre vanno lente tanto quanto i biancocelesti, la cattiva è che non sempre potrà andare così e quindi urge rialzare al testa, a partire dallo scontro diretto di sabato 23 dicembre in casa della Pro Patria, oggi davanti di una posizione e tre punti in graduatoria.

"Forse verrò definito un matto, nonostante la classifica che è deficitaria al massimo devo fare i complimenti alla squadra perché ha fatto una partita importante - ha detto il direttore sportivo Gianni Califano dopo l’1-0 patito dall’Atalanta -. Abbiamo affrontato una squadra che crea in ogni gara sei-sette palle gol. Ci è mancata solo la stoccata finale, purtroppo abbiamo perso la partita per l’infortunio di un ragazzo giovane (Marianucci, ndr) che sta facendo un campionato importante. Però non mi sento di dire nulla, questa sconfitta deve darci tanta rabbia perché possiamo risollevarci".

Quello che stupisce è la metamorfosi rispetto allo scorso anno. La Pro Sesto, nell’autunno di un anno fa, lottava per la prima posizione assieme alla FeralpiSalò, poi promossa direttamente in Serie B. Alla fine chiuse quarta la stagione regolare, ma perdendo le ultime tre gare di fila, subito prima dei playoff in cui a passare fu il Vicenza. Oggi, al di là dell’errore del singolo visto domenica, l’impressione è quella di una squadra che soffre le molteplici assenze e fa tantissima fatica a segnare. Dalla società, quel che trapela è il messaggio di un gruppo che vuole uscire dalle sabbie mobili. "Ho visto i ragazzi come non li avevo mai visti in questo momento difficile - aggiunge Califano -. C’è rabbia e dispiacere tanto quanto c’è determinazione nel volerci tirare fuori. La testa mia e di tutti i ragazzi deve essere solo alla prossima partita, una volta giunti alla sosta faremo un’analisi più concreta del girone d’andata e penseremo al mercato. Ma ora la testa è solo alla prossima partita, anche perché questa gara l’abbiamo persa, ma non meritavamo la sconfitta. Sono convinto che i ragazzi vorrebbero giocare subito e hanno la testa solo ed esclusivamente alla prossima. Serviranno attributi e coraggio".

Nel frattempo una notizia di mercato è già arrivata: Riccardo Moreo ha raggiunto l’accordo con la Pro Sesto per la risoluzione del contratto in essere. L’attaccante classe 1996 dovrebbe tornare al Prato.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su