La Robur domina, si diverte e ne fa tre. Il Mazzola è vivo ma deve arrendersi

MAZZOLA 0 SIENA 3 MAZZOLA (3-4-3): Florindi; De Luca (23’st L. Bonechi), N. Bonechi, Fab...

10 dicembre 2023
La Robur domina, si diverte e ne fa tre. Il Mazzola è vivo ma deve arrendersi
La Robur domina, si diverte e ne fa tre. Il Mazzola è vivo ma deve arrendersi

MAZZOLA

0

SIENA

3

MAZZOLA (3-4-3): Florindi; De Luca (23’st L. Bonechi), N. Bonechi, Fabbrini; Nassi (38’pt Cavallini), Cruciani, Burato (13’st Silvestri), Gianneschi; Baroni (28’st Alessi), Pierangioli (31’st Bartolini), Corsi.

Panchina: Cefariello, Landozzi, Hoxhaj, Majuri. Allenatore Argilli.

SIENA (4-3-1-2): Giusti; Morosi, Biancon, Cavallari, Agostinone (38’st Bertelli); Bianchi, Lollo, Hagbe (15’st El Jallali); Candido (31’st Ricciardo); Boccardi (40’st Costanti), Galligani (31’st Achy).

Panchina: Gueye, Musaj, Leonardi, Baldari. Allenatore Magrini.

Arbitro Cremone di Pisa (Luti-Poneti).

Reti: 28’pt Boccardi (rig.), 37’st Achy, 45’st Ricciardo.

Note – Ammoniti: Fabbrini, Lollo, Alessi. Recuperi: 5’ e 5’.

COLLE VAL D’ELSA – Il Siena vince anche la seconda stracittadina, domando un più che dignitoso Mazzola che resta in partita almeno per 70’. Troppo forti però i bianconeri, seppur con qualche assenza, che nel finale dilagano e conquistano l’ottavo successo nelle ultime nove gare. Il primo vero squillo arriva poco prima del 15’ quando Boccardi con un slalom entra in area e viene a contatto con Fabbrini. Per Cremone però non c’è fallo (neanche simulazione visto che non viene ammonito l’ex Grosseto) tra le proteste.

La prima parata della sfida sotto il sole del Manni è però di Giusti, attento sul sinistro del rientrante Gianneschi (21’). La risposta della formazione di Magrini è sul destro volante di Galligani (27’), palla out. Pochi secondi dopo rigore per la Robur: Boccardi è steso in area. Stavolta è penalty che il 9 realizza nonostante Florindi intuisca, 1-0.

Nel finale padroni di casa (che perdono per un colpo alla testa Nassi, al suo posto Cavallini) pericolosissimi ancora sulla sinistra e ancora con Gianneschi: eccellente l’uscita bassa di Giusti.

Nel secondo tempo Florindi risponde da campione alla botta da fuori di uno scatenato Boccardi in avvio. Poi una punizione di Cruciani (16’) chiama ancora alla risposta Giusti in uscita. Nei minuti successivi non succede molto: il Mazzola con impegno cerca di innescare il tridente ‘leggero’ mentre la formazione di Magrini si affida molto alla qualità di Candido, pericoloso al 24’.

Il finale di gara è spezzettato dai cambi: da una parte Argilli vara la trazione anteriore con Bartolini e Alessi mentre Magrini risponde con Achy e il conseguente passaggio alla difesa a tre. Ironia della sorte è proprio l’ivoriano a segnare in acrobazia il raddoppio dopo un bel cross di Agostinone. C’è ancora tempo, poi, per i tris di Ricciardo allo scadere.

Guido De Leo

Continua a leggere tutte le notizie di sport su