L’analisi di Voria. "Complimenti a loro. Noi? Ci siamo fatti prendere dall’ansia"

Contro il muro costruito dal Firenze Ovest il Siena non è riuscito a spuntarla. Per i bianconeri è arrivato il...

di ANGELA GORELLINI -
22 gennaio 2024
L’analisi di Voria. "Complimenti a loro. Noi? Ci siamo fatti prendere dall’ansia"
L’analisi di Voria. "Complimenti a loro. Noi? Ci siamo fatti prendere dall’ansia"

Contro il muro costruito dal Firenze Ovest il Siena non è riuscito a spuntarla. Per i bianconeri è arrivato il secondo pareggio consecutivo.

"Le partite iniziano sempre sullo 0-0 e questa, 0-0, è anche finita – ha commentato nel post gara il vice allenatore bianconero Gill Voria (nella foto con Bianchi) –. In campo ci sono anche gli avversari: faccio loro i complimenti: si sono difesi bene, hanno fatto quello che dovevano fare: ognuno ha i propri obiettivi e quello del Firenze Ovest è di salvarsi. Anche in categorie superiori si vedono partite di questo tipo, con una squadra che pensa soltanto a difendersi e l’altra ad attaccare e, non avendo spazi, fa fatica".

Meglio la Robur del primo tempo di quella della ripresa. "Probabilmente ci siamo fatti prendere un po’ dall’ansia – ha aggiunto il mister –, nonostante le occasioni avute non siamo riusciti a sbloccare il risultato, con il loro portiere che è stato il migliore in campo. Quando non riesci a segnare le forze vengono meno e gli avversari trovano coraggio e basta che una palla salti male che il coraggio lo perdi tu. Credo sia per questo che il secondo tempo non è stato all’altezza del primo".

Con ‘infortunio di Cristiani e l’entrata in campo di Ricciardo, Candido si è spostato in cabina di regia. "E’ una soluzione a cui avevamo già pensato, anche con la Rondinella lo abbiamo provato lì, anche se soltanto per una decina di minuti – ha commentato Voria –. Roberto, a livello qualitativo, è un giocatore importante che può dare qualcosa in più, anche su un campo difficile può controllare la palla meglio degli altri e ha fatto anche benino. Ma se gioca lì poi perdiamo qualcosa nella rifinitura".

Positivo il rientro d Masini. "Quando è entrato l’ho visto un po’ timoroso – ha ammesso il tecnico bianconero –, normale che avesse un po’ di ansia dopo oltre un mese e mezzo fuori. Poi è andato tranquillo, non ha accusato alcun tipo di problema, stando anche a quello che ha detto. E’ recuperato al 100 per cento".

La Robur è adesso attesa da due partite ravvicinate: mercoledì con la Sinalunghese, domenica con il Terranuova Traiana. "Quei due-tre cambi, parlandone anche con il mister, penso ci possano stare – ha chiuso il vice allenatore della Robur Voria –. Poi ovviamente valuteremo anche in base alla partita di oggi. Il pareggio, solo a livello di risultato, ci lascia un po’ di amarezza, ma dovremo riprendere subito a lavorare e senza dubbio con la giusta serenità".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su