Lucchese: la strada verso i play-off. Al "Porta Elisa" le sfide più dure

Cesena, Arezzo e Carrarese da affrontare in casa. Ci vorrà l’aiuto del pubblico già da domenica con la capolista

19 marzo 2024
Lucchese: la strada verso i play-off. Al "Porta Elisa" le sfide più dure

Per le ultime e decisive partite interne ci si aspetta più appassionati al «Porta Elisa»

Dopo l’ultimo turno, la situazione per quanto riguarda la zona play-off è abbastanza chiara, con Arezzo, Juve Next Gen, Rimini e Lucchese che si giocheranno gli ultimi tre posti a disposizione. La squadra che sta meglio è sicuramente l’Arezzo, salito a quota 44, dopo il successo esterno di Pineto.

Intanto è ufficiale: la gara tra la Juve Next Gen e l’Entella, prevista per domenica prossima 24 marzo, si giocherà mercoledì 3 aprile per permettere il regolare svolgimento degli impegni dei giocatori con le rispettive nazionali.

Tornando ai rossoneri, forse è ancora presto per fare dei calcoli, però è indubbio che la Lucchese, per disputare la seconda parte della stagione, dovrà necessariamente arrivare davanti al Rimini, con il quale è attualmente in svantaggio nel confronto diretto (2 a 0 per i romagnoli all’andata, 2 a 1 per i rossoneri al ritorno) e mettere insieme, come minimo, da otto a nove punti dei diciotto ancora a disposizione. Considerando, a bocce ferme, che in casa i rossoneri dovranno vedersela con Cesena, Arezzo e Carrarese, è molto probabile che, per centrare l’obiettivo dovranno fare molti punti in viaggio, oltretutto contro avversari pericolanti come la Vis Pesaro, la Fermana e l’Ancona che giocheranno, come si dice, con il "coltello tra i denti".

Alla luce del fatto che la Lucchese non ha più vinto una gara in trasferta da addirittura sei mesi (1 a 3 a Recanati), sarebbe importantissimo provare a sfruttare il fattore casalingo, sia pure contro avversari più forti come Cesena e Carrarese. Con questo vogliamo semplicemente dire che, per conquistare gli otto-nove punti che mancano per entrare nella "top ten" finale, la squadra dovrebbe vincere due gare casalinghe sulle tre a disposizione.

Lasciando da parte per il momento certi calcoli che faranno un po’ tutti, la Lucchese è entrata nella settimana che si concluderà domenica pomeriggio alle 14, quando, al "Porta Elisa", calerà il Cesena che non sta facendo sconti a nessuno, nonostante il suo vantaggio sulla Torres sia di ben undici punti. Pensiamo che, fino a quando la squadra di Mimmo Toscano non avrà la certezza matematica della promozione in serie "B", non allenterà la tensione. Da segnalare che l’albanese Cristian Shpendi è arrivato, nel frattempo, a quota 20 gol, due in più del riminese Morra.

Dal canto suo Gorgone spera di poter recuperare anche Sabbione e Fazzi (non ancora Visconti), in modo da avere quasi tutto l’organico a disposizione e fare le scelte con calma, dopo aver tenuto conto, in primo luogo, delle condizioni psico-fisiche dei suoi e, poi, in base alle caratteristiche tecniche della capolista.

Con l’arrivo della prima della classe, dovrebbe tornare a riempirsi di più anche il "Porta Elisa" che, ultimamente, ha fatto registrare molti spazi vuoti. Alla fine della settimana sapremo anche quanti saranno i supporters bianconeri al seguito della capolista.

Emiliano Pellegrini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su