Lucchese-Spal 2-1, zampata rossonera

Una Lucchese che soffre vince contro la Spal, conquistando tre punti importanti per la classifica

di ALESSIA LOMBARDI -
4 febbraio 2024
Gorgone (foto Alcide)

Gorgone (foto Alcide)

Lucca, 4 febbraio 2024 – La Lucchese si aggiudica la sfida contro la Spal e sale così a quota trenta in classifica, al termine di un match dai due volti. Lucchese–Spal, la sfida delle sfide, ma questa volta con obiettivi diversi. I rossoneri alla ricerca del successo dopo la sconfitta di domenica contro il Gubbio si presentano con il solito modulo.

In difesa si rivede Sabbione, che prende il posto dell’infortunato Benassai, mentre in attacco c’è il debutto di Disanto accanto a Yeboah e Rizzo Pinna. Parte dalla panchina Astrologo. La prima occasione della gara è di marca estense ed arriva al 10’ con l’ex Petrovic, che gira di testa un cross di Dalmonte, ma il centravanti è scoordinato e la palla termina alta sopra la traversa. La Lucchese prova a farsi vedere al 18’ con Disanto, che di sinistro calcia a botta sicura, ma la palla termina di poco a lato.

Primo squillo dei rossoneri, che però sembrano un po' troppo timorosi, mentre la Spal si fa vedere spesso dalle parti di Chiorra, che al momento però non corre grandi pericoli. I rossoneri tornano di nuovo in avanti al 32’ con Cangianiello, che mette al centro la palla dove Rizzo Pinna, però schiaccia troppo e Alfonso accompagna la palla che va fuori. Ad un minuto dalla fine del primo tempo, la Lucchese riesce a passare in vantaggio. Angolo di Disanto dalla destra, sul primo palo un difensore della Spal mette fuori la palla che arriva a Gucher al limite dell’area di rigore e di controbalzo il giocatore rossonero mette la palla nel sette della porta difesa da Alfonso. Pronti attenti via e la Spal pareggia subito in avvio di ripresa al 5’ con Dalmonte, che di destro da fuori area sorprende Chiorra sul suo palo. Gli uomini di Gorogne, però tornano subito ad attaccare prima con Yeoboah, che scheggia la traversa.

Poco dopo è Disanto, che dà l’illusione del gol, ma la palla finisce fuori di poco. La Spal vuole provare a sfruttare il momento favorevole e all’11’ con Rabbi ha l’occasione del raddoppio, ma il giocatore estense sbaglia clamorosamente da solo davanti a Chiorra. La Lucchese torna di nuovo in vantaggio al 30’ con Rizzo Pinna, che sfrutta un’uscita infelice di Alfonso, che tutto defilato mette la palla in rete, realizzando l’ottavo gol in campionato. Nonostante il forcing finale della Spal arriva questa vittoria fondamentale per il cammino della rossonero.

Lucchese Spal 2–1

LUCCHESE (3-4-3): Chiorra; Sabbione, Gucher, Tiritiello; Quirini (43’ st Alagna), Tumbarello, Cangianiello, Visconti (43’ st Fazzi); Rizzo Pinna (38’ st Russo), Yeboah (31’ st Magnaghi), Disanto. (A disp.: Coletta, Berti, Toma, Astrologo, Djibril, Guadagni,). All. Gorgone.

SPAL (4-3-3): Alfonso; Ghiringhelli (27’ st Fiordaliso), Peda, Bassoli, Saiani; Buchel (27’ st Edera), Carraro, Collodel (37’ Rao); Rabbi (15’ st Zilli), Petrovic (37’ Antenucci), Dalmonte. (A disp.: Galeotti, Del Favero, Bruscagin, Valentini, Contiliano,, Orfei, Iglio, Nador). All. Colucci.

Arbitro: Gemelli di Messina.

Reti: 44’ pt Gucher, 5’ st Dalmonte, 30’ st Rizzo Pinna.

Note: serata non troppo fresca, terreno in buone condizioni; espulso al 47’ st Fiordaliso, per aver trattenuto in Russo lanciato a rete; angoli 4-7; ammoniti Gucher, Disanto, Visconti, Tumbarello e Peda; recupero 1’ pt e 5’ st; spettatori 2301.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su