Masi castigato: "Era più giusto il pareggio". Sant’Agostino sconfitto, piove sul bagnato

Eccellenza: il derby tra ramarri e torelli, subito dopo Pasqua, peserà doppio: "Sarà fondamentale non perdere a livello psicologico"

19 marzo 2024
Masi castigato: "Era più giusto il pareggio". Sant’Agostino sconfitto, piove sul bagnato

Il Masi ha ceduto nel recupero contro il Granamica: una sconfitta che ha fatto parecchio male alla squadra di Ricci (Foto Bp)

Il Granamica targato Davide Marchini espugna Masi Torello con un gol nei minuti di recupero quando sembrava una gara indirizzata sul pareggio. "Davide mi ha fatto uno scherzo da prete – è il commento tra il serio e il faceto del direttore generale Juri Roda – fino al 97’ la partita si stava avviando al pareggio, invece nel finale come spesso ci è successo quest’anno siamo stati castigati da una disattenzione. Il risultato più gusto sarebbe stato il pareggio, nonostante il gol contestato. Tutto sommato la mia squadra mi è piaciuta, ha tenuto testa alla seconda in classifica: abbiamo creato diverse occasioni, colpito un palo con Medi".

E’ mancato il gol di Cazzadore? "Non può risolvere sempre lui, in compenso si è fatto apprezzare Vanzini". Il gol fantasma ha scatenato la furia di Marchini, poi espulso per proteste? "E’ un amico che dovrebbe tenere a freno il nervosismo, è un carattere sanguigno e a volte si fa trascinare. Tanto di cappello per come sta traghettando il Granamica verso alti traguardi, è un allenatore che meriterebbe altri palcoscenici".

Siete già concentrati sul derby del prossimo turno (si giocherà dopo Pasqua, mercoledì 3 aprile, ndr)? "Sì, è una partita importante a livello psicologico, fondamentale per la nostra classifica".

Nel Sant’Agostino piove sul bagnato. A Forlì i ramarri hanno lasciato l’intera posta al Cava Ronco, sul risultato che sta stretto agli uomini di Biagini, che avevano tenuto bene il campo. Qualche numero: sedici tiri in porta, sedici calci d’angolo a zero, un rigore non assegnato per un fallo su Gherlinzoni e uno assegnato ritenuto irregolare. "Poi uno si lamenta, per forza! – sbotta il direttore sportivo Marco Secchieroli – La direzione di gara è stata disastrosa, il rigore non dato su Gherlinzoni grida vendetta, non per nulla Biagini ha protestato e poi è stato espulso. In questa stagione mi hanno dato due rigori, ma ne abbiamo subìti dieci. Tornando al calcio giocato, mi stava stretto il pareggio, figuriamoci perdere, il Cava Ronco ha vinto con due tiri in porta, noi invece non siamo riusciti a concretizzare".

L’infermeria si è riempita: Gasparetto non solo non recupera, ma ha finito anzitempo il campionato, così come capitan Iazzetta e come Mirco Lodi. La sosta farà bene a Boreggio e Schivon, che avranno il tempo per recuperare.

Franco Vanini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su