Montevarchi a porte chiuse. Bocciato il ricorso di Livi

Confermata la decisione del giudice sportivo in vista del Follonica Gavorrano

di MONTEVARCHI -
27 gennaio 2024
Montevarchi a porte chiuse. Bocciato il ricorso di Livi
Montevarchi a porte chiuse. Bocciato il ricorso di Livi

di Giustino Bonci

Niente da fare. Il ricorso presentato dall’Aquila è stato respinto e di conseguenza la partita con il Follonica Gavorrano, in programma domani alle 14.30 al Brilli Peri, si giocherà a porte chiuse come aveva disposto a metà settimana il giudice sportivo. Provvedimento motivato dal lancio di un petardo dal settore ospiti dello stadio di Cenaia che aveva causato lo "stordimento e la temporanea perdita di udito di un assistente arbitrale". La società rossoblù aveva dato subito mandato al proprio legale, l’avvocato Giotti, di proporre un’istanza urgente di reclamo esaminata nel primo pomeriggio di ieri e non accolta, pur se la multa di 1500 euro inflitta al club è stata ridotta a 1000.

Niente pubblico, dunque, sugli spalti del Comunale per una sfida che, peraltro, vedrà sugli opposti versanti due amici di vecchia data. Sì, perché l’allenatore dei biancorossoblù secondi in classifica, Marco Masi, è legato da un rapporto fraterno al presidente aquilotto Angelo Livi. Entrambi, del resto, hanno condiviso da ragazzi l’esperienza nelle giovanili del Torino insieme a Beppe Dossena.

Più volte, poi, il trainer della vice capolista era stato indicato tra i candidati alla panchina dei valdarnesi, ancor prima dell’epopea di Roberto Malotti al timone. Aldilà dell’amicizia tra Masi e Livi, però, è chiaro che le due formazioni cercheranno di far di tutto per superarsi a vicenda.

Della trasferta in Valdarno ha parlato nelle ultime ore proprio il tecnico degli ospiti: "Ogni squadra che incontreremo da qui alla fine ha un obiettivo da perseguire – ha affermato Masi – e di conseguenza ci attendono partite fisiche, toste e intense. Dobbiamo essere bravi a rimanere tranquilli come stiamo facendo ma in questo campionato non ci sono gare scontate e tutte nascondono insidie. Il è forte fisicamente e sul piano atletico, ha un obiettivo chiaro e siamo consapevoli che troveremo delle difficoltà".

Intant il centravanti Edoardo Priore, 9 reti fin qui, ha prolungato il contratto con l’Aquila fino al 30 giugno 2025.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su