Nuovo allenatore Milan: Paulo Fonseca in vantaggio per il dopo Pioli

Sul tecnico del Lille c'è anche il pressing del Marsiglia. Più defilati gli altri candidati, da Conceiçao a Gallardo

di LUCA MIGNANI -
16 maggio 2024
Paulo Fonseca, attuale allenatore del Lille. Il suo è uno dei nomi più quotati per la panchina del Milan

Paulo Fonseca, attuale allenatore del Lille. Il suo è uno dei nomi più quotati per la panchina del Milan

Milano, 16 maggio 2024 – Il favorito del momento, per la panchina del Milan, è Paulo Fonseca. Salgono le percentuali del portoghese ex Roma ora al Lille. I francesi sono in piena corsa per un piazzamento Champions - terzi in Ligue 1, a pari punti con il Brest, tre i posti a disposizione - e domenica giocheranno l'ultima giornata. Poi, le decisioni. Su Fonseca c'è anche il Marsiglia che gli avrebbe già offerto un contratto triennale per un progetto su misura, con ampi poteri. Il tecnico, di recente, ha parlato chiaro in conferenza: “Non è vero che ho già un accordo con l'Olympique. Sono totalmente concentrato sul finale di campionato. Poi parleremo di futuro. Non ho deciso niente e tutto è possibile: tutto”. Il portoghese è in scadenza e il Lille gli ha già proposto il rinnovo. Ma la sensazione è che Fonseca aspetti il Milan. Milan che ha anche a che fare con la questione Pioli che ha un altro anno di contratto con ingaggio intorno agli 8 milioni. Si potrebbe arrivare a una buonuscita, anche perchè il tecnico è sì nella lista del Napoli, ma De Laurentis pensa soprattutto ad altri: oltre a Conte, Gasperini, fors'anche Italiano. Sullo sfondo, per la panchina rossonera, restano altri nomi che circolano da tempo. Conceiçao, in corsa con il Porto per la Coppa di Portogallo che giocherà il 26 maggio con lo Sporting. L'ex calciatore di Parma, Inter e Lazio ha un contratto che scadrà nel 2028, ma è stato firmato con l'ex presidente Pinto da Costa. Ora il numero uno del club è Villas Boas e Conceiçao (10 titoli in 7 anni) ha una clausola per liberarsi. Anche il profilo di Gallardo è tornato d'attualità, vista la separazione dall'Al Itthiad. L'argentino, 48 anni, in Arabia Saudita percepiva un ingaggio monstre (attorno ai 22 milioni), ma è al lavoro per un accordo. In patria, con il River Plate, ha vinto 14 titoli in 9 anni. Sullo sfondo restano Thiago Motta, anche se ci sarebbe già una sorta di accordo con la Juventus, e van Bommel ad esempio, in uscita dall'Anversa, ex calciatore proprio al Milan e compagno di Ibrahimovic. L'ufficialità, per forza di cose, arriverà dopo le ultime due giornate di campionato: sabato (ore 20.45) in trasferta contro il Torino, settimana prossima in casa contro la Salernitana. Sarà l'ultima sulla panchina rossonera per Pioli, dopo cinque anni. Per la successione, salgono le quotazioni di Fonseca.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su