Nuovo Arezzo, riprendi a correre. I play-off sono alla portata di Indiani. Ma l’Entella ora è avversario tosto

Il tecnico avverte: "Loro sono in salute, ogni gara è difficile e lo abbiamo provato sulla nostra pelle a Olbia". Sul mercato: "Quello che penso adesso non conta. Cerco di allenare al meglio i giocatori a disposizione". .

4 febbraio 2024
I play-off sono alla portata di Indiani. Ma l’Entella ora è avversario tosto
I play-off sono alla portata di Indiani. Ma l’Entella ora è avversario tosto

di Andrea Lorentini

AREZZO

C’è l’Entella al Comunale per ritrovare le certezze perdute e per ripartire dopo le due sconfitte consecutive contro Pescara ed Olbia. E’ sopratutto la trasferta in terra sarda ad aver lasciato le scorie maggiori. Ecco perchè questo pomeriggio, l’Arezzo è chiamato a cancellare sopratutto l’abulica prestazione di domenica scorsa e dare un segnale forte. La classifica non preoccupa con la zona playout che resta a distanza di sicurezza e quella playoff a portata di mano, ma un altro passo falso potrebbe creare qualche fibrillazione di troppo e rovinare quanto di buono gli amaranto hanno fatto tra la fine del girone d’andata e l’inizio del nuovo anno. Per riprendere la marcia Indiani sembra intenzionato a tornare al 4-3-3 o comunque affidarsi ad un 4-2-3-1 più flessibile sopratutto in fase di non possesso.

Un’ipotesi che ha preso corpo negli ultimi allenamenti a Rigutino. Possibile, dunque, una mediana a tre di corsa, muscoli ed esperienza con Mawuli, Settembrini e Catanese. Quest’ultimo è in ballottaggio con Bianchi, mentre al capitano dovrebbe essere chiesto di sdoppiarsi nel doppio ruolo di mezz’ala (quando ci sarà da difendere) ed esterno alto in fase di possesso. Davanti rientra Pattarello e toccherà al numero 10 la responsabilità maggiore. Con Guccione e Gaddini che si contendono l’altra maglia alle spalle di Gucci. L’ultimo arrivato, Ekuban, partirà dalla panchina. "Indipendentemente da chi giocherà dall’inizio sarà fondamentale il contributo di chi entra dalla panchina - sottolinea Indiani - i cinque cambi a disposizione possono fare la differenza".

Il tecnico è consapevole delle difficoltà della gara. "Loro sono in salute, ma ogni gara è difficile. Lo abbiamo provato sulla nostra pelle domenica scorsa ad Olbia. Di scontato non c’è niente". L’Entella dopo un inizio complicato, ha risalito la classifica. La squadra non perde da 5 giornate, in trasferta addirittura da novembre e negli ultimi 8 turni ha incassato appena 2 gol. Occhio, sopratutto all’attaccante Santini che quando vede amaranto si esalta. Indiani è laconico sul mercato appena concluso. "Quello che penso io, soddisfatto o meno, non conta. Come ho sempre fatto cerco di allenare al meglio i giocatori che la società mi mette a disposizione". Il rimpianto più grande riguarda, però, l’assenza dei tifosi in curva. "Mi dispiace molto perchè sono una componente fondamentale per noi. Ci hanno sempre dato una grossa mano".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su