Orfani ucraini nella casa degli Azzurri a Coverciano

L'Iniziativa "Italia generosa e solidale" della scrittrice Claudia Conte ha visitato il Centro Tecnico Federale grazie al presidente della FIGC Gravina

di GIANLUCA BARNI -
20 febbraio 2024
Gli orfani ucraini con il ct azzurro Luciano Spalletti a Coverciano

Gli orfani ucraini con il ct azzurro Luciano Spalletti a Coverciano

Coverciano (Firenze), 20 febbraio 2024 – Bei momenti nella casa dell’Italia, a Coverciano. L’iniziativa “Italia generosa e solidale”, della quale è promotrice l’attivista e scrittrice Claudia Conte è arrivata nella casa azzurra: alcuni orfani di Kharkiv sono stati oggi, grazie al presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio Gabriele Gravina, in visita nel tempio del calcio, il Centro Tecnico Federale di Coverciano, ove hanno potuto incontrare la Nazionale femminile, conoscere le atlete e assistere al loro allenamento.

Questa è una delle tante tappe del lungo viaggio di solidarietà che Claudia Conte, con l’associazione Memoria Viva, ha organizzato nel mese di febbraio per alcuni bambini di Kharkiv, orfani di guerra, a due anni di distanza dallo scoppio del conflitto con la Russia. “Abbiamo il dovere di non dimenticare un popolo che lotta per la libertà e la democrazia” – ha affermato Claudia Conte –. “Dopo i festosi Carnevali di Ivrea e Viareggio, anche oggi e nei prossimi giorni le istituzioni italiane e le comunità coinvolte sono pronte ad accogliere questi piccoli, confermando il forte impegno nel sostenere e proteggere i diritti dei bambini e delle famiglie colpite dal conflitto e dalla crisi umanitaria ancora in atto”.

“Il calcio italiano è unito per rivendicare a gran voce la pace e per sostenere gli amici ucraini. Così il presidente della FIGC Gabriele Gravina a margine dell’incontro con i bambini. “Ringrazio Claudia Conte e l’associazione Memoria Viva per aver coinvolto la Nazionale femminile e aver inserito il Centro Tecnico Federale di Coverciano nel tour di amicizia e solidarietà organizzato in alcuni luoghi simbolo del nostro Paese. Perché i bambini sono le prime vittime del conflitto e a loro va rivolta l’attenzione delle istituzioni, come sta facendo la FIGC con tante iniziative dirette. Apprezzo in modo particolare – ha concluso – la trasversalità del progetto, che coinvolge diversi mondi e diverse realtà, a testimonianza della grande sensibilità italiana”.

I bambini, infatti, dopo Coverciano, saranno questa sera presenti a una cena di solidarietà organizzata in collaborazione con Olga Urso e il Rotary Club Roma Appia Antica, mentre mercoledì 21 sarà il presidente Ignazio La Russa ad aprire loro le porte del Senato della Repubblica Italiana. Giovedì 22 il presidente della Camera dei Deputati Lorenzo Fontana promuoverà a Montecitorio un concerto che li vedrà protagonisti. Atteso anche l’incontro presso la CEI con il cardinale Matteo Zuppi, che tanto si è speso per i diritti dei bambini durante la sua missione internazionale di pace.

Anche il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso li ospiterà per una visita speciale nello storico Palazzo Piacentini mentre, sempre giovedì 22, il viaggio proseguirà presso la presidenza del Consiglio dei ministri, dove parteciperanno alla presentazione della medaglia in bronzo “Due anni di resistenza ucraina”, realizzata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato che sarà distribuita in collaborazione con Poste Italiane. Un programma umanitario in cui tutti i comuni e le realtà coinvolte collaborano direttamente al progetto lanciando inoltre una raccolta fondi di beni di prima necessità che i piccoli orfani potranno portare con loro in Ucraina.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su