Prato Cup, le migliori squadre giovanili d'Italia si sfidano a Galciana

Le migliori promesse delle squadre professionistiche e dilettanti d'Italia sfidarsi il 25 aprile al Conti di Galciana

di FRANCESCO BOCCHINI -
22 aprile 2024
Il Pisa campione dell'edizione 2023

Il Pisa campione dell'edizione 2023

Prato, 22 aprile 2024 - Come tradizione ogni 25 aprile, anche quest'anno torna la Prato Cup, manifestazione di calcio giovanile organizzata al Conti dalla Galcianese, giunta alla diciassettesima edizione. In campo scenderanno i Pulcini annata 2013, che si sfideranno in partite sette contro sette. In aumento rispetto al recente passato le squadre ai nastri di partenza: sono infatti 16 le società partecipanti alla competizione di respiro nazionale, fra sodalizi professionistici e dilettanti. Quattro invece i gironi della prima fase, per poi suddividere le formazioni nei vari tabelloni della fase finale. “Abbiamo deciso di organizzare un torneo con un maggior numero di squadre perché vogliamo riportare la manifestazione allo spirito originario, quando venivano al Conti le migliori squadre di tutta Italia – spiega il presidente della Galcianese, Andrea Andreini - Inoltre ci piacerebbe riprendere la vecchia vocazione del torneo. Il nome Prato Cup non è casuale, ma parla di una collaborazione con l'Ac Prato assieme al quale il torneo era nato”. Venendo al lato sportivo, nel girone Bianco si sfideranno Fiorentina, Reggiana, Aglianese e Colli Ortonovo, in quello Rosso Empoli, Lucchese, Zenith Prato e Limite e Capraia. Poi nel gruppo Verde inserite Bologna, Renate, Galcianese e Camaiore, infine il girone Giallo con Pisa, Prato, Tau Calcio e Pietà 2004. La mattina dalle 10 ci sarà la prima fase a gironi, nel pomeriggio dalle 15.30 quella finale. Nell'intervallo per il pranzo spazio allo spettacolo di Vippo, Associazione Viviamo in Positivo di Prato, specializzata in clownterapia negli ospedali. Associazione che poi a maggio sarà protagonista con la propria squadra nazionale di un'amichevole a scopo benefico assieme alla rappresentativa dei Rossi del Torneo dei Rioni di calcio a 11. “Un modo per sostenere il lavoro fondamentale che viene svolto da questa associazione – conclude Andreini - E anche per portare avanti il lato sociale a Galciana oltre a quello sportivo. Una tematica che come Galcianese abbiamo particolarmente a cuore”.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su