Prima categoria. Ecco le prime mosse dell’Am Aglianese

La nuova fase del calcio ad Agliana vede l'AM Aglianese puntare sulla sinergia con l'Asd Olmi e sull'accordo con l'Aglianese Academy. Il nuovo logo rappresenta la connessione tra passato e futuro, mentre l'obiettivo è coinvolgere la comunità locale con iniziative come l'ingresso libero alle partite e una "scuola del tifo" per i più giovani. La festa della birra e la nuova dirigenza completano il quadro.

30 giugno 2024
Ecco le prime mosse dell’Am Aglianese

Ecco le prime mosse dell’Am Aglianese

Un nuovo logo, una "A" stilizzata che punta in alto come il campanile di Agliana, e la certezza di avere una propria casa allo stadio Bellucci sono i punti fermi da cui parte l’AM Aglianese per iniziare una nuova fase del calcio ad Agliana. La parola più ricorrente nella conferenza stampa di presentazione del logo e della sede è "sinergia": una ritrovata sinergia con la società Asd Olmi che ha appena vinto il bando per la gestione nei prossimi cinque anni del Bellucci e degli altri campi adiacenti e soprattutto la sinergia costituita da unico settore giovanile neroverde dai primi calci alla squadra dei grandi, grazie all’accordo con l’Aglianese Academy. "Non ci saranno più divisioni tra l’Aglianese e il gestore dei campi – assicura il presidente di AM Aglianese, Lorenzo Mazzetti – abbiamo già iniziato a lavorare insieme". "Siamo d’accordo – aggiunge Matteo Antonini – che questi impianti sono la casa degli aglianesi, da oggi la casa neroverde è qui. Rispettiamo la storia ma puntiamo al futuro". Questa connessione tra il passato e il futuro è riassunta nel motto coniato ad hoc: "Da oltre cento anni, aspettavamo di conoscerti oggi".

"Con il bando per la gestione – dice il direttore generale Daniele Ferranti – si è certificato che questa è un’eccellenza dal punto di vista della gestione. Questi impianti saranno la casa dello sport aglianese e non solo del calcio". Luca Felci ha presentato il nuovo logo che il risultato di un contest lanciato dalla società. "Abbiamo preso diversi elementi dalle proposte che sono state fatte – dice Felci – il simbolo è una "A" stilizzata che rappresenta una freccia e contiene un richiamo al campanile di Agliana e all’aglio simbolo tradizionale del paese. Stiamo preparando un’iniziativa per valorizzare tutti i lavori che ci sono pervenuti e ringraziamo tutti i partecipanti".

L’obiettivo ora è coinvolgere la popolazione di Agliana creando occasioni di aggregazione. La prima iniziativa è quella dell’ingresso libero alle partite della prima squadra (basterà un euro per sottoscrivere l’abbonamento) poi si cercherà di coltivare un vasto sostegno ai colori neroverdi creando una sorta di "scuola del tifo" dedicata ai più piccoli. Intanto dal 3 al 14 luglio verrà organizzata dal club la festa della birra. La dirigenza del club è così composta: presidente Lorenzo Mazzetti, consiglio composto da Matteo Antonini, Luca Felci e Nicola Vezzani, direzione generale Daniele Ferranti, referente impianti Leopoldo Vannacci.

Giacomo Bini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su