Ravenna, c’è la bestia nera. Intanto fa ’suo’ lo stadio

Domenica il Lentigione al Benelli, dove ha vinto nelle ultime due occasioni. E dal Consiglio comunale arriva il via libera alla concessione fino al 2029.

15 febbraio 2024
Ravenna, c’è la bestia nera. Intanto fa ’suo’ lo stadio

Una sgroppata di Mattia Marino, difensore del Ravenna: ha 19 anni. (Foto Fabrizio Zani)

C’è da riprendere il filo. Dopo la sosta, il Ravenna gioca con i numeri. Quatto punti di margine e 12 partite da disputare. La prima in ordine di tempo è quella di domenica al Benelli contro il Lentigione, avversario che, tra l’altro, nelle ultime due stagioni, ha regalato altrettanti dispiaceri. Al di là del tema della rivincita, quello reggiano è anche un team di classifica, occupando il 6° posto a -2 dalla zona playoff e a -9 dai giallorossi.

"Una settimana senza partita – ha commentato il difensore Mattia Marino – ci è servita per ricaricare un po’ le pile. Ci siamo riposati, ma, soprattutto, abbiamo staccato un attimo la spina. Siamo comunque ripartiti subito concentrati per la sfida di domenica contro il Lentigione". Marino, classe 2005, giunto in prestito dalla Juve, ma lo scorso anno protagonista con l’U18 del Parma, è una delle rivelazioni della stagione in corso. Schierato per assolvere all’obbligo della quota più giovane, in realtà è diventato uno dei titolari con maggior minutaggio e col rendimento più elevato: "Appena arrivato a Ravenna non mi aspettavo questo rendimento, sia dal punto di vista individuale, sia dal punto di vista di squadra. Adesso però, dico che, là davanti, ci possiamo stare benissimo. Lo abbiamo dimostrato e ce lo siamo meritato. Abbiamo lavorato tanto e abbiamo fatto tanti sacrifici per raggiungere questa posizione. Sotto il profilo personale mi sento migliorato molto. Nonostante sia la mia prima esperienza coi ‘grandi’ dopo il settore giovanile, il contesto ravennate mi ha aiutato molto a migliorare e a crescere. Avere accanto giocatori più maturi e più esperti, consente di alzare l’asticella più facilmente e anche più velocemente. Resta tuttavia un punto di partenza, perché ho ancora tanto da imparare e da migliorare". Il Ravenna affronterà il Lentigione senza troppi problemi di formazione (sono fuori causa l’infortunato Gobbo e lo squalificato Sabbatani), potendo contare sul rientro di Campagna.

"Il Lentigione – ha aggiunto Marino – è un avversario forte e temibile. Ce ne siamo accorti all’andata, e anche nelle partite che ha giocato finora. Affronteremo il match con la solita concentrazione e col solito approccio. Mi aspetto una bella partita, ovvero una bella battaglia, perché anche i nostri avversari sono forti e ambiziosi".

Nel frattempo il Consiglio comunale ha approvato concessione d’uso dello stadio Benelli al Ravenna Fc per 6 anni, fino al dicembre 2029. Il Ravenna corrisponderà al Comune un canone mensile di 1.142 euro, mentre l’Amministrazione supporterà economicamente la gestione dell’impianto, corrispondendo alla società calcistica 119.269 euro per il 2024 e 143.122,99 euro rispettivamente per il 2025 e per il 2026. In merito alla situazione della mora da parte del club giallorosso nei confronti del Comune sulle utenze degli anni pregressi, dovuta ad una mancata voltura da parte dello stesso club, è stato previsto un piano di rientro rateizzato con gli interessi dovuti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su