Recanatese-Arezzo 2-0, secondo ko di fila

Tanti, troppi gol subiti: a rischio la panchina di Indiani?

di ANDREA LORENTINI -
15 ottobre 2023
Indiani

Indiani

Recanati, 15 ottobre 2023 – Seconda sconfitta consecutiva per l’Arezzo che cade sotto i colpi di una Recanatese cinica a sfruttare la fragilità difensiva degli amaranto che subiscono una rete per tempo, entrambe figlie di gravi disattenzioni della retroguardia. Sono già 14 i gol incassati in appena 8 giornate, un dato che è una zavorra per una squadra che resta all'asciutto per la seconda partita di fila. E adesso anche la panchina di Indiani diventa a rischio.

Il tecnico sostituisce lo squalificato Settembrini con Guccione virando verso un 4-2-3-1 puro e rimescola un po’ le carte cambiando cinque pedine rispetto all’ultima contro il Cesena. In difesa Lazzarini (alla prima da titolare) e Poggesi sono preferiti a Renzi e Coccia. In mediana c’è Damiani al fianco di Mawuli per dare maggiore sostanza. Come detto l’ex Mantova si piazza sulla trequarti alle spalle di Gucci. Sugli esterni, invece, Gaddini vince il ballottaggio con Iori. Ed è proprio lui che al 6’ si divora la prima palla gol della partita quando spara addosso al portiere con la porta spalancata. Le squadre si affrontano a viso aperto concedendo entrambe qualcosa a livello difensivo. Al 19’ il tiro cross di Pattarello per poco non beffa Meli, ma sul ribaltamento di fronte, la difesa amaranto si fa trovare scoperta e sbilanciata: Melchiorre innesca Sbaffo nel cuore dell’area di rigore. Sinistro al volo del capitano marchigiano che fulmina Trombini per l’1-0. La rete dell’attaccante giallorosso è di pregevole fattura, ma altrettanto evidente la responsabilità della retroguardia che lascia un’autostrada centralmente. Lo svantaggio gela l’Arezzo che perde lucidità e distanza tra i reparti.

Serve, allora, una giocata singola di Pattarello (il più attivo) nel finale di tempo per rivedere il cavallino pericoloso. Il 10 pennella per Gucci, sul colpo di testa del centravanti Meli è superlativo e blinda 1-0 dei suoi all’intervallo. L’Arezzo si ripresenta in campo nella ripresa con un triplo cambio: Renzi, Bianchi e Iori per Chiosa, Damiani e Gaddini. L’avvio di ripresa è frizzante con un’occasione per parte che capita sulla testa di Guccione e sui piedi di Ferrante. Nonostante i cambi, l’Arezzo fatica a creare pericoli reali e anzi, la Recanatese al 61’ raddoppia con un contropiede letale che infila ancora centralmente la retroguardia amaranto. Carpani ringrazia e batte per la seconda volta Trombini che poco dopo deve salvare su Melchiorre dopo una disattenzione di Risaliti, evitando un passivo più pesante. Entra anche Crisafi, ma l'Arezzo produce solo in rasoterra innocuo di Iori. Nel finale la traversa impedisce a Sbaffo il tris e la doppietta personale.

RECANATESE (3-5-2): Mieli; Peretti, Ricci, Ferrante; Mane (51’ Quacquarelli), Carpani, Prisco (64’ Canonici), Morrone (83’ Senigagliesi), Longobardi; Sbaffo, Melchiorri (83’ Lipari).

All. Giovanni Pagliari.

AREZZO (4-2-3-1): Trombini; Lazzarini, Risaliti, Chiosa (46’ Renzi), Poggesi (80’ Coccia); Damiani (46’ Bianchi), Mawuli (68’ Crisafi); Pattarello, Guccione, Gaddini (46’ Iori); Gucci.

All. Paolo Indiani.

Arbitro: Antonio Di Reda di Molfetta.

Reti: 19’ Sbaffo, 61’ Carpani.

Note: spettatori mille circa. Recupero: 1’ + 4’. Angoli: 3-5. Ammoniti: 4’ Damiani, 38’ Sbaffo, 60’ Quacquarelli, 75’ Peretti, 78’ Pattarello, 88’ Guccione.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su