Renate, finalmente il cuore. Ossigeno contro il Trento

I tre punti arrivati dopo un digiuno di 69 giorni rallegrano il neo tecnico. Mister Colombo: "È stata la vittoria voluta dal gruppo come capacità di soffrire".

di ROBERTO SANVITO -
27 dicembre 2023
Renate, finalmente il cuore. Ossigeno contro il Trento
Renate, finalmente il cuore. Ossigeno contro il Trento

I tre punti prima di tutto perché quando la classifica piange e ti ritrovi, dopo essere anche stato al quarto posto, a ridosso della zona playout, quelli contano come l’ossigeno in un sommergibile.

Ma nella sua disamina del match vinto 1-0 in casa contro il Trento e giocato per più di un tempo in inferiorità numerica, Alberto Colombo tocca soprattutto gli aspetti caratteriali del suo Renate che ha trasformato “secco” in un 3-5-2, modulo subito visto a Gorgonzola e che nonostante la sconfitta al suo esordio ha riproposto anche sabato sera a Meda contro la squadra di Tedino. Col il nuovo chema dei nerazzurri che aveva resistito 37 minuti fino all’espulsione di Bracaglia. Da quel momento in poi ogni finezza tattica è andata a farsi benedire perché c’era da portare a casa la pagnotta e trascorrere un bel Natale.

E così è stato per il Renate che domani riprenderà ad allenarsi dopo la pausa in vista della gara contro il Fiorenzuola. Ma intanto c’è il tempo per analizzare i 90 minuti col Trento che qualche buon feedback lo hanno lasciato. "È stata la vittoria voluta dal gruppo, intesa come capacità di soffrire, di darsi una mano nelle grandi difficoltà che una partita per oltre metà tempo giocata con l’uomo in meno può presentarti, in un contesto dove la vittoria manca da undici gare, Coppa inclusa.

È chiaro come in certi momenti della stagione non importa come arrivi, perché è impensabile che si esca da un momento di difficoltà con il bel gioco" dice Colombo che plaude il gruppo e constata passi in avanti rispetto sette giorni prima.

"Ci aspettavamo risposte a livello caratteriale e ci sono state, quindi sono molto felice. Se facciamo il paragone con la gara di Gorgonzola, la mia prima a Renate, al di là del risultato e della prestazione, eravamo mancati proprio sotto il profilo caratteriale. Contro il Trento invece ho visto una squadra che ha cercato a tutti i costi il risultato. Il merito è dei ragazzi che hanno dato prova di grande carattere". Il rosso a Bracaglia rischiava di far saltare tutti i piani. Alla fine, ma questo lo diciamo noi, ha dato valore ulteriore alla vittoria. "Già abbiamo qualche problema a fare la fase offensiva. A quel punto ci siamo concentrati senza dubbio su quella difensiva. Siamo stati ordinati, non abbiamo concesso nulla se non il palo di Pasquato colpito direttamente da punizione e un colpo di testa in mischia" chiude Colombo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su