Rimpianti Il Progresso viene raggiunto al 94’

La squadra di Vullo rimontata due volte, solo un pari nello scontro-salvezza con il Sant’Angelo: adesso deve guardarsi le spalle .

18 marzo 2024
Rimpianti Il Progresso viene raggiunto al 94’

Progresso, i compagni abbracciano Selleri dopo il gol al 32’ della ripresa (Schicchi)

Castel Maggiore (BOLOGNA)

Che peccato, Progresso. Due volte in vantaggio nel fondamentale match interno contro la diretta rivale per la salvezza Sant’Angelo, la formazione di Matteo Vullo ha infatti subìto il gol del definitivo 2-2 in pieno recupero. Una vittoria avrebbe significato tanto per Selleri e compagni che, se il campionato finisse oggi, si giocherebbero la permanenza in categoria nel playout sul campo della Pistoiese. Ma si è ribaltata la prospettiva: se, infatti, prima di questo turno tutti gli occhi erano puntati su quanto accadeva davanti, d’ora in poi i rossoblù dovranno prestare attenzione a quanto avviene là dietro. Eh sì perché, in maniera piuttosto clamorosa, tutte e tre le ultime della classe che apparivano spacciate (Borgo San Donnino, Mezzolara e Certaldo) hanno trovato altrettante vittorie ed ecco che il margine sulla terzultima si è ridotto ad appena sei punti.

Ma, venendo alla cronaca del match, il Progresso parte col piede sull’acceleratore e, al 27’, trova il gol del vantaggio: Baccolini scende sul suo out di competenza e lascia partire un tiro-cross che beffa il portiere avversario complice la determinante deviazione di Ndianefo.

Nella ripresa, la formazione di Castel Maggiore cerca di contenere bene le sfuriate avversarie, ma, alla mezz’ora, arriva il pari: Mariani fa il vuoto sulla destra e mette in mezzo per l’accorrente Lanzi che, con freddezza, beffa Cheli. La band di Vullo non ci sta e, due minuti più tardi, trova il nuovo vantaggio con una grande conclusione dello specialista Selleri.

La beffa arriva in pieno recupero: sul classico lancio lungo della disperazione, la sfera non viene colpita di testa, ma lasciata sfilare e ad approfittarne è Mariani che, tutto solo davanti al portiere, lo fredda con un diagonale chirurgico.

n.b.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su