Sabotic dimesso dopo una notte in ospedale

Passata la grande paura per il giocatore del Lentigione, che domenica ha perso conoscenza dopo uno scontro

6 febbraio 2024
Sabotic dimesso dopo una notte in ospedale
Sabotic dimesso dopo una notte in ospedale

Minel Sabotic è stato dimesso ieri pomeriggio dall’ospedale Maggiore di Parma, dove ha trascorso in osservazione la nottata di domenica. Il 29enne difensore del Lentigione, vittima di uno scontro fronte contro nuca con l’ex compagno Massimiliano Rossi nella sfida col Carpi, ora dovrà osservare un periodo di riposo per il recupero, in vista dell’inserimento in gruppo per gli allenamenti. Difficile stimare i tempi di rientro, ma sicuramente qualche settimana almeno, con la possibilità di sfruttare anche la sosta della Serie D prevista per il prossimo fine settimana in concomitanza col Torneo di Viareggio. Ma il bollettino medico emesso ieri, con la Tac che ha escluso complicazioni oltre alla forte botta, è una notizia più che confortante, dopo gli attimi di terrore che si sono vissuti domenica al minuto 97 della sfida dell’Immergas Arena, quando è entrato anche defibrillatore sul campo. La tempestività dell’intervento della dottoressa Chiara Rapacchi, medico del club, del dottor Giampiero Patrizi, medico sociale del Carpi e noto cardiologo, oltre che della fisioterapista Alessia Castagnetti è stata decisiva per evitare che la paura si trasformasse in dramma e per questo ieri il Lentigione li ha ringraziati assieme ai volontari della Croce Rossa di Sorbolo. Un sospiro di sollievo anche per i compagni di Sabotic, che ieri a Parma in una piccola delegazione guidata dalla team manager Francesca Stampone lo sono andati a trovare.

d.s.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su