Seconda categoria. "La Coppa emoziona. Un grande risultato»

Lo Scarlino vince la Coppa Toscana di Seconda categoria, battendo l'Acciaiolo 1-0 dopo 120 minuti di gioco. La vittoria permette alla squadra di giocare il prossimo campionato di Prima categoria.

31 marzo 2024
"La Coppa emoziona. Un grande risultato"

Lo Scarlino vince la Coppa Toscana di Seconda categoria, battendo l'Acciaiolo 1-0 dopo 120 minuti di gioco. La vittoria permette alla squadra di giocare il prossimo campionato di Prima categoria.

Una vittoria da Prima categoria. Sono serviti 120 minuti di gara per decretare la vincitrice della Coppa Toscana di Seconda categoria tra Scarlino e Acciaiolo, ma alla fine i giallorossi hanno vinto la finale di Firenze (1-0), sollevando uno storico trofeo, che permetterà alla squadra di mister Massimo Cavaglioni di giocare il prossimo campionato di Prima categoria.

"Indipendentemente dall’avversario, che era importante – dice il tecnico –, quando si arriva in fondo al torneo c’è sempre un livello alto. Sapevamo chi incontravamo, sapevamo che erano tosti. E’ stata una partita molto tirata. Non ci sono state grandi occasioni da gol, la gara è stata giocata sul filo di lana, anche se io e il mio staff abbiamo lavorato assieme per arrivare alla vittoria. Il merito va ai giocatori, che si sono impegnati in turni infrasettimanali, e il merito va alla proprietà che ci è stata vicina non facendoci mancare mai nulla".

Lo Scarlino quest’anno era partito con l’obiettivo di fare bene in campionato, dove è attualmente primo, e senza grandi pretese in coppa, dove però è arrivato un risultato prestigioso.

"E’ stato emozionante giocare una finale di coppa – aggiunge l’allenatore –, nonostante la mia ventennale esperienza in panchina. Vincendo abbiamo coronato il sogno dei ragazzi che per tante settimane si sono impegnati. L’Acciaiolo lo conoscevo perché ci giocavano 5 giocatori che avevo allenato quando ero in altre società. Loro avevano Bruzzone molto bravo di testa ed abbiamo provato a togliergli la profondità. Si sono sfidati bei giocatori anche se le occasioni sono state poche. Il ritmo è stato alto per tutti e 120 minuti. Nel secondo tempo loro sono un po’ calati e noi abbiamo spinto di più, prendendo un palo, anche se la sfida è sempre stata in equilibrio. La vittoria della Coppa Toscana non era dichiarata, noi volevamo fare bene in campionato. Poi ci siamo trovati a buon punto e la società ci ha permesso di giocare nel modo migliore tutti i turni infrasettimanale".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su