Seravezza, sconfitta beffa. Verdazzurri scivolati terzi

Il Grosseto espugna 1-0 il “Buon Riposo“ e la dirigenza versiliese cel’ha con Vetrini

22 gennaio 2024
Seravezza, sconfitta beffa. Verdazzurri scivolati terzi
Seravezza, sconfitta beffa. Verdazzurri scivolati terzi

seravezza

0

grosseto

1

SERAVEZZA (4-2-3-1): Lagomarsini; Salerno, Mannucci, Nannetti, Ivani; Bedini (10’ st Mugelli), Granaiola (26’ st Simonetti); Brugognone (10’ st Sforzi), Putzolu (23’ st Loporcaro), Camarlinghi; Benedetti. (Mariani, De Ferdinando, Maccabruni, Lopez Petruzzi, Delorie). All. Amoroso.

GROSSETO (3-5-1-1): Raffaelli; Aprili, Davì, Russo; Macchi, Cretella, Bensaja (41’ st Sacchini), Sabelli, Grasso (41’ st Porcu); Rinaldini (19’ st Riccobono); Marzierli. (Sclano, Romairone, Bojinov, Simi, Passalacqua). All. Bonuccelli.

Arbitro: Pizzi di Bergamo (assistenti Bettani di Treviglio e Franzoni di Lovere).

Rete: 15’ pt Macchi (G).

Note: ammoniti Bedini (S), Amoroso (S), Cretella (G), Raffaelli (G) e Loporcaro (S); angoli 12-4; recupero 1’ pt e 5’ st.

SERAVEZZA – Seconda sconfitta di fila per il Seravezza che da primo che era... adesso è terzo a -3 dalla vetta, scavalcato al secondo posto dal Follonica Gavorrano ed a +1 sulla quarta che è proprio quel Grosseto contro cui ieri ha perso di misura al ritorno (1-0) esattamente come all’andata (2-1 in rimonta). La sfida del “Buon Riposo“ ha però dato un risultato bugiardo per ciò che s’è visto in campo. Almeno il pareggio sarebbe stato sacrosanto ("Forse ci sarebbe andato stretto pure quello" ha detto a fine gara il tecnico dei versiliesi Amoroso). La gara ha vissuto grossi strascichi polemici per gli episodi arbitrali che secondo la dirigenza verdazzurra sarebbero da attribuire "alle pressioni fatte a Roma dal direttore Filippo Vetrini del Grosseto".

Sul campo è stata una partita tirata, dai toni agonistici importanti. Il Seravezza, privo dello squalificato Coly (che scontava la 2ª delle 3 giornate rimediate), conferma il collaudato 4-2-3-1 mentre i torelli del ’Condor’ Vitaliano Bonuccelli (privo di Giustarini, Morelli, Arcuri, Saio, Bruni e Prati) hanno intrapreso la strada del 3-5-2, abbassando di qualche metro il proprio baricentro.

A sbloccare l’incontro ci pensa l’esterno destro 2004 Macchi che infila in buca d’angolo dopo aver ricevuto palla, colpevolmente lasciato solo, sul cross di Rinaldini deviato in modo fortuito e decisivo da Bedini (era stato bravo l’inesauribile Sabelli ad intercettar palla nella metà campo nemica sul disimpegno di Granaiola). Nel primo tempo piace di più, per atteggiamento, la squadra ospite che con Marzierli mette in difficoltà la difesa locale e poi cestina il raddoppio con capitan Cretella (fallito il pallonetto a tu per tu con Lagomarsini). E mentre non piace la gestione dei cartellini da parte dell’arbitro bergamasco Pizzi, il Seravezza crea le sue occasioni con Putzolu (grande aggancio ma tiro fuori), con Mannucci di testa su corner e con una ripresa fatta di tantissimi cross dalle corsie laterali mai però concretizzati. Raffaelli poi è bravo su Camarlinghi. E forse ai versiliesi manca un rigore per tempo: mani in area di Aprili al 44’ e poi atterramento di Benedetti all’82’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su