Serie B, il posticipo. Ioannou e doppietta di Cutrone. Il Como sbanca Cittadella e vola

Gli azzurri di Longo salgono al sesto posto in classifica. E c’è ancora da recuperare . la partita contro il Lecco.

25 settembre 2023
Ioannou e doppietta di Cutrone. Il Como sbanca Cittadella e vola
Ioannou e doppietta di Cutrone. Il Como sbanca Cittadella e vola

di Enrico Levrini

Terza vittoria consecutiva per il Como, che vince a Cittadella grazie a una doppietta di Cutrone. Gli azzurri salgono al sesto posto in classifica con ancora la partita da recuperare contro i Lecco. Mister Longo a causa delle numerose defezioni per infortunio, cambia formazione e modulo passando al 3-4-3, con Verdi e Da Cunha, che s’inseriscono al fianco di Cutrone.

Pronti via e il Como va subito in rete, galoppata sulla destra di Iovine, che arriva sul fondo, cross rasoterra che taglia l’area, dove arriva Ioannou in corsa che di piatto mette in rete. Ancora una volta Iovine in cross dalla trequarti al 15’ in area, Cutrone non stoppa ma prova la volo, il pallone va alto di poco. Altra importante occasione per i lariani al 22’, quando Verdi serve in verticale Cutrone in area, che contrastato colpisce di punta, ma Kastrati para senza troppo problemi.

Il Como di Longo raddoppia al 32’, Bellemo pressato sulla bandierina, riesce lo stesso a mettere palla in mezzo al limite dell’area, dove Cutrone salta due avversari e di sinistro infila Kastrati, sul palo lontano.

Lariani scatenati, Da Cunha da centrocampo al 36’, punta la porta ed esplode il sinistro, che prende la base del palo. Prima parata per Semper a fine tempo, per un colpo di testa di Pavan, da calcio d’angolo.

Il tris comasco arriva al 4’ della ripresa, Ioannou prende palla a centrocampo entra in area a sinistra, vede Cutrone sull’altezza del dischetto, che riceve e non sbaglia infilando Kastrati di destro a fil di palo.

A questo punto il Como cerca di risparmiare energia, in vista della partita di in programma mercoledì contro la Sampdoria, lasciando l’iniziativa al Cittadella che però crea pochi pericoli per la formazione di Longo.

A metà della ripresa il tecnico degli azzurri inserisce Kone e Baselli, lasciati a riposo perché reduci da infortuni muscolari.

Al 38’ Solini appena entrato, rischia l’autogol dopo un intervento in scivolata, su traversone di Carissoni, ma Semper è attento para.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su