Serie D. Il Carpi riabbraccia Beretta. D’Orsi, si decide

Il centrocampista Roberto Beretta sta per firmare un nuovo accordo con il Carpi fino a fine stagione, con possibilità di un futuro insieme in caso di salto in Lega Pro. Beretta ha rescisso il contratto con il Fiorenzuola e si unirà al Carpi per rinforzare il centrocampo. Nel frattempo, Francesco D'Orsi potrebbe essere reintegrato o ceduto entro la fine del mercato. Il Carpi è anche alla ricerca di un altro giocatore.

1 febbraio 2024
Il Carpi riabbraccia Beretta. D’Orsi, si decide
Il Carpi riabbraccia Beretta. D’Orsi, si decide

Roberto Beretta (foto) è pronto a vestire di nuovo la maglia del Carpi. A 8 mesi dall’addio dello scorso 30 giugno, il centrocampista classe 2001 sta per firmare un nuovo accordo col club biancorosso fino a fine stagione, con una finestra per un futuro insieme in caso di salto in Lega Pro. L’idea nata negli scorsi giorni fatto passi avanti ieri, quando nel primo pomeriggio Beretta ha rescisso il contratto in essere con il Fiorenzuola che sarebbe scaduto a giugno, e oggi diventerà ufficiale. Coi rossoneri ha messo insieme 12 gettoni in Lega Pro, di cui 5 da titolare, ma già da inizio 2024 non rientrava più nei piani del club piacentino e così il Carpi ha colto la palla al balzo per riportarlo a casa. Oggi svolgerà il primo allenamento col gruppo, in un ambiente che conosce bene. Per mister Serpini un rinforzo di grande qualità, perfetto da mezz’ala per il 4-3-1-2 in cui l’ex Novara e Legnano porterà tutta la sua dinamicità esplosiva. Col Carpi Beretta ha giocato l’anno sorso una stagione da grandi numeri, sicuramente il miglior biancorosso per continuità di rendimento nell’arco dei 12 mesi, al netto dei problemi muscolari che lo hanno fermato nel finale. Per lui 8 reti segnate e 8 assist in 36 gare, in. Cui ha fatto vedere le sue grandi qualità da incursore e la capacità di colpire anche da fuori area. Sarà lui a prendere il posto di Francesco D’Orsi nello scacchiere biancorosso, innanzitutto nell’immediato, già da domenica a Sorbolo col Lentigione, poi probabilmente anche di qui a fine giugno.

Ieri infatti D’Orsi è tornato a Carpi, rispettando la scadenza del certificato medico che aveva inviato, e si è messo a disposizione della società sostenendo una visita medica post rientro, come prevede il protocollo, senza però svolgere l’allenamento. Il suo gesto, abbandonando la squadra nel momento più delicato per farsi cedere e poi tornando a casa a Roma senza permesso da parte della società, unito a quel post in cui aveva provato (senza grande successo) a ribaltare la frittata facendo cadere la colpa sul Carpi, sono stati davvero poco graditi (per usare un eufemismo) dal club biancorosso. E dunque due sono le ipotesi che prenderanno forma entro sera: il reintegro in gruppo oppure una cessione in Lega Pro entro le 20 di stasera, orario di chiusura del mercato. In ogni caso l’ultima giornata di mercato potrebbe regalare anche altre novità, visto che il Carpi è vigile anche per una seconda pedina oltre a Beretta, che potrebbe essere un centrocampista (si attendono a ore gli esiti degli esami al ginocchio di Bouhali) oppure un attaccante. Intanto ieri era fermo per la febbre anche Cortesi.

Davide Setti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su