Tau-Figline, una sfida che sa di play-off

Serie "D" Gli amaranto possono ancora raggiungere l’obiettivo. Venturi: "Avversari in forma, ma noi vogliamo entrare nelle prime cinque"

17 marzo 2024
Tau-Figline, una sfida che sa di play-off

Simone Venturi vuole che il Tau riscatti le ultime battute d’arresto, ma sprona la squadra, perché è convinto che possa raggiungere ancora l’obiettivo play-off

Dopo due sconfitte consecutive e tre ko nelle ultime quattro sfide, il Tau Altopascio vuole ritornare al successo per inseguire ancora la qualificazione ai play-off, ancora possibile, visto che gli amaranto restano, comunque, quinti, a 42 punti, anche se a pari merito con Ghiviborgo e Seravezza, con i versiliesi in vantaggio nei confronti diretti.

Al "Comunale" di via Rosselli arriva il Figline e il ricordo va immediatamente agli spareggi di Eccellenza del maggio 2022, con quel 5-1 maturato negli ultimi 5’ a favore della squadra lucchese. I fiorentini, noni a quota 37, già salvi, vincendo, potrebbero rientrare anche per il quinto posto. Mancherà, per il Figline, Bruni squalificato che, ironia della sorte, era assente anche nell’1-1 dell’andata. Nel Tau solo Andolfi ai box, ma è quasi pronto al rientro, dopo il grave infortunio prima di Natale. Bernardini e compagni cercheranno il successo e il ritorno alla rete, assente nelle ultime due partite: un fattore inedito per il terzo miglior attacco del torneo.

Sempre in tema di numeri sarà una sfida nel segno del "4". Quarto miglior attacco esterno per i fiorentini e quarta miglior difesa nelle partite casalinghe per il Tau. Il Figline è reduce dalla battuta d’arresto con il Seravezza, ma, in precedenza, in trasferta, ha pareggiato 3-3 a Grosseto e vinto a Montevarchi.

Venturi fotografa così la gara. "Siamo reduci – afferma – da due stop in partite completamente diversa l’una dall’altra, ma con un denominatore comune, entrambe immeritate. Se analizziamo bene gli incontri, con il Gavorrano siamo stati puniti da un corner in avvio; a San Giovanni Valdarno abbiamo preso una clamorosa traversa sullo 0-0 e, quindi, si è materializzata la “regola” del gol sbagliato-gol subìto. Nella ripresa, al “Fedini”, abbiamo sciupato molte occasioni. Dobbiamo essere più cinici".

"Stanchezza? Faccio rotazioni continue – spiega il trainer – ; poi è un fattore che riguarda anche gli avversari. Si tratta di episodi. Mai abbiamo avuto un risultato positivo a nostro favore con eventi fortunati: li abbiano conquistati sempre con fatica".

"Il Figline – chiosa Venturi - è squadra che ha dei valori; verrà ad Altopascio senza grosse pressioni, ha realizzato risultati importanti, è compagine organizzata; attenzione alle ripartenze: hanno gamba, come si suol dire. L’obiettivo, per noi, è quello di entrare tra le prime cinque". Fin qui Venturi, per il quale, entro breve tempo, bisognerà anche parlare di conferma, visti gli ottimi risultati.

Massimo Stefanini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su