Timperanza para tutto e salva la Sangio. Il Montevarchi spreca anche un rigore

I ragazzi di Calori si mordono le mani per non aver sfruttato le occasioni avute, nel finale Dainelli è super sul colpo di testa di Romanelli

5 febbraio 2024
Timperanza para tutto e salva la Sangio. Il Montevarchi spreca anche un rigore
Timperanza para tutto e salva la Sangio. Il Montevarchi spreca anche un rigore

SANGIOVANNESE

0

MONTEVARCHI

0

SANGIOVANNESE (3-4-2-1): Timperanza; Farini, Antezza, Masetti; Pertica, Romanelli (80’ Disegni), Baldesi, Gianassi; Benucci (76’ Canessa), Bartolozzi (73’ Caprio); Rotondo (59’ Nannini).

All. Rigucci.

MONTEVARCHI (4-4-2): Dainelli; Lischi Cellai, Artini, Lucatuorto; Rufini, Pardera (81’ Bontempi), Muscas, Ciofi (67’ Boncompagni); Keqi (67’ Boiga), Priore (85’ Conti).

All. Calori.

Arbitro: Gallo di Castellammare di Stabia.

Note: spettatori 2.000 circa.

Ammoniti: Rufini.

SAN GIOVANNI - Finisce senza vincitori né vinti il derby numero 104 tra Sangiovannese e Montevarchi. Ma sono gli ospiti a mangiarsi decisamente le mani, per aver fallito un calcio di rigore a metà della seconda frazione oltre ad un paio di occasioni, sul finale di primo tempo e di partita, che potevano dare ben altro lustro alla giornata, ma a tutto il campionato della compagine di Simone Calori. Anche gli azzurri hanno avuto la sua buona opportunità nel finale con Romanelli ma i ragazzi di Calori, decisamente, sono stati più incisivi. Fedini torna a vestirsi a festa per il derby: circa 2000 gli spettatori presenti con 500 ospiti. 3-4-1-2 per gli azzurri di Rigucci, Calori sceglie il 4-4-2 con l’ex Keqi in avanti accanto a Priore, bomber aquilotto con 10 reti all’attivo. La prima frazione non regalerà grossi sussulti. Si parte con due fiammate, una per parte, che i rispettivi estremi difensori parano senza difficoltà. Passano i minuti, di azioni concrete non se ne vedono e a svegliare la gara ci pensa Benucci che di testa, al 21’, chiama all’intervento centrale il portiere ospite Dainelli. Sul tramonto proprio dei primi 45 minuti ecco l’occasionissima per il Montevarchi. Dagli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Rufini c’è una sponda in area per Lucatuorto, proiettatosi in avanti dalla difesa, che incorna solo soletto tra le braccia di Timperanza un’occasione che meritava maggior fortuna. Dopo un minuto di recupero si va negli spogliatoi. Nella ripresa, almeno per i primi 25 minuti, non si registrano grosse note di cronaca ma è proprio a metà della frazione che il Montevarchi usufruisce di un calcio di rigore per fallo di Antezza su Priore. Lo stesso attaccante ospite, però, si fa ipnotizzare da Timperanza che sarà ancora decisivo a una manciata di secondi dalla fine su Rufini, liberato in area da una sponda di un compagno. Un classico rigore in movimento gettato al vento. Poco prima un super Dainelli nega l’opportunità a Romanelli su di un colpo di testa botta sicura. Finisce qui, un pareggio che accontenta decisamente di più i padroni di casa che gli ospiti.

Massimo Bagiardi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su