Una rimonta da brividi. Il Forlì sale al terzo posto

Altra vittoria, la terza di fila: in casa del Mezzolara decidono Merlonghi e Rossi nel finale dopo che i galletti, avanti con Prestianni, erano finiti sotto 2-1.

17 dicembre 2023
Una rimonta da brividi. Il Forlì sale al terzo posto
Una rimonta da brividi. Il Forlì sale al terzo posto

MEZZOLARA

2

FORLì

3

MEZZOLARA (3-4-2-1): Malagoli; Vecchio, Cestaro, De Meio (19’ st Tzvektov); Pecchia, Muro, Cavazza, Chelli; Alessandrini, Vovo, Vassallo (37’ st Vassallo). A disp.: Bisazza, D’Elia, Pellielo, Fini, Benedettini, Corsi, Russo. All.: Togni.

FORLI’ (4-3-3): Pezzolato; Masini (27’ st Graziani), Drudi, Maggioli, Rossi; Casadio (1’ st Pecci), Gaiola, Prestianni (15’ st Babbi); Mosole (27’ st Bonandi), Merlonghi, Greselin. A disp.: Zamagni, Tafa, Checchi, Barbatosta, Valentini. All.: Antonioli.

Arbitro: Gagliardi di San Benedetto del Tronto.

Reti: 23’ pt Prestianni, 28’ pt Bovo; 26’ st Vassallo, 41’ st Merlonghi, 43’ st. Rossi.

Note - Espulsi: 38’ st Cestaro, 44’ st Togni. Ammoniti: De Meio, Vassallo, Maggioli, Gaiola, Merlonghi. Spettatori 200 circa. Angoli: 3-7. Recupero: 3’, 7’.

Un Forlì mai domo e spietato con due reti negli ultimi minuti bissa col Mezzolara la rimonta di domenica scorsa sul Carpi. I biancorossi riemergono da una situazione molto complicata, al cospetto di un Mezzolara che aveva ribaltato lo svantaggio iniziale di Prestianni, alla sua prima rete stagionale.

Il copione della partita vede il Forlì a lungo col pallone tra i pedi, mentre i padroni di casa si spingono in avanti con azioni di contropiede, spesso molto pericolose. Per iI Forlì il merito, ancora una volta, è quello di crederci sino alla fine e di approfittare dell’espulsione di Cestaro. Il Mezzolara deve, al contrario, rimproverarsi per le due occasioni fallite quando era in vantaggio 2-1.

Dopo una rete, di testa, annullata per fuorigioco ad Alessandrini (10’) è Specchia, al 13’, che non arriva alla deviazione vincente. Al 15’ Forlì in avanti con Merlonghi che costringe Malagoli alla respinta di pugno e, poco dopo, lo stesso attaccante biancorosso spedisce alto di testa il cross di Masini.

Al 23’ Forlì sullo 0-1 grazie a Prestianni, svelto a metter dentro sul palo lungo l’assist servito da Gaiola. Ma il vantaggio biancorosso dura poco: al 28’, infatti, Bovo sfrutta a dover il pallone servito da Alessandrini: 1-1. Dopo l‘innocuo pallonetto di Prestianni al 24’, facile di Malagoli, il Mezzolara va vicinissimo al vantaggio con Vassallo che, di testa, centra il palo a Pezzolato battuto.

La ripresa si apre con la conclusione volante di Alessandrini, al 53’, non lontano dai pali mentre al 59’ l’inzuccata di Babbi costringe Malagoli alla respinta miracolosa. Al 70’ Vassallo è chiuso alla disperata da Drudi al momento della battuta: è l’avvisaglia del raddoppio dei padroni di casa, che arriva al 71’ con lo stesso Vassallo che spedisce in rete di testa un pallone proveniente dalla destra.

A questo punto il Mezzolara non approfitta dello sbandamento del Forlì sbilanciato in avanti. Al 73’ Vassallo, solo davanti a Pezzolato, mette sul fondo e al 77’ Muro, a tre metri dalla porta, calcia alto il più invitante dei palloni. Allora il Forlì diventa implacabile e la legge del calcio si conferma. Dopo l’espulsione di Cestaro, per fallo su Babbi (83’), la punizione di Merlonghi sorprende Malagoli nei pressi del primo palo: 2-2. La rimonta poi è completata all’88’ da Rossi, che raccoglie la respinta sulla conclusione di Babbi e mette dentro il 2-3 che vale la risalita al terzo posto. Una rimonta che, partita per partita, sta trasformando la celeberrima ‘Zona Cesarini’ in ‘Zona Forlì’.

Franco Pardolesi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su