MotoGp Portimao 2024: orari e dove vedere in tv il gran premio del Portogallo

Dopo la settimana di sosta riparte il Motomondiale: tutto quello che c’è da sapere sul secondo weekend di gara

di MANUEL MINGUZZI -
21 marzo 2024
La MotoGp riparte da Portimao

epa11211921 Italian MotoGP rider Francesco Bagnaia (R) of Ducati Lenovo Team leads the pack during the MotoGP race of the Motorcycling Grand Prix of Qatar at the Losail International Circuit in Doha, Qatar, 10 March 2024. EPA/NOUSHAD THEKKAYIL

Roma, 21 marzo 2024 – Archiviato il primo gp della stagione in Qatar con il trionfo in gara lunga di Pecco Bagnaia su Ducati Lenovo, davanti a Brad Binder e Jorge Martin, e con un ottimo quarto posto di Marc Marquez, il motomondiale sbarca in Portogallo per la prima gara europea dell'anno. Teatro sarà l’Autodromo dell’Algarve sullo splendido circuito di Portimao. Dopo una sola gara disputata, assieme alla Sprint Race del sabato di Lusail, la classifica è ovviamente corta con Bagnaia in testa con 31 punti davanti al sudafricano Binder con 29 e al vice campione del mondo Martin con 28, poi uno stacco più sensibile con Marc Marquez quarto a 18 punti ed Enea Bastianini quinto a 15. Per ora, dunque, si conferma la superiorità di Ducati con prima forza ad opporsi KTM, mentre Aprilia proverà ad inserirsi al vertice con Espargaro e Vinales. Inizio difficile per le giapponesi rimaste ancorate al fondo, soprattutto Luca Marini che in Qatar ha rimediato un distacco abissale dai migliori. Nemmeno Yamaha ha messo in mostra decisi segnali di crescita, un problema in ottica conferma di Fabio Quartararo in scadenza di contratto.

Il circuito di Portimao

Immerso nella splendida cornice dell'Algarve portoghese, l'Autodromo Internacional do Algarve – noto più colloquialmente come Portimao, dal nome della città portuale da cui dista mezz'ora – è stato inaugurato il 2 novembre 2008. Il circuito è stato inaugurato dal WorldSBK quando si è recato in Portogallo per l'ultima gara di quella stagione, ma non è solo una pista. L'Algarve Motorsports Park è un complesso all'avanguardia che vanta lo splendido circuito, una pista per go-kart, un parco off-road, un hotel, un complesso di appartamenti, un parco tecnologico e un complesso sportivo: è davvero il massimo. Per quanto riguarda il tracciato vero e proprio, l'Autodromo Internacional do Algarve presenta 15 curve, nove a destra e sei a sinistra. L'ondulazione di Portimao è incredibile e il rettilineo principale consentirà ai piloti della MotoGP di sgranchire le gambe delle loro macchine, prima di una discesa unica verso la curva 1. Possibilità di sorpasso anche in curva 5 e, con un po’ di azzardo, anche in curva 13. Caratteristico il doppio curvone verso destra che immette nel rettilineo di partenza.

I precedenti

Il gran premio del Portogallo ha visto la prima edizione nel 1987 sul tracciato di Jarama in Spagna, l'Estoril non era ancora omologato, con vittoria in 500 di Eddy Lawson, poi dal 2000 ci si è spostati proprio sul circuito di Estoril, in cui Valentino Rossi vinse quattro edizioni in fila delle cinque totali, fino al 2012, anno dell’ultimo gran premio con successo di Casey Stoner su Honda. Dal 2020, invece, in piena pandemia, si è passati sul circuito dell’Algarve che da lì in avanti è sempre stato confermato in calendario. La prima vittoria è andata al padrone di casa Miguel Oliveira, poi nel 2021 e 2022 affermazioni di Fabio Quartararo su Yamaha, mentre l’anno scorso ha dominato Pecco Bagnaia con affermazione sia in Sprint Race che in gara lunga.

Le notizie di mercato

Nel frattempo non si ferma il mercato. Lunedì Ducati ha comunicato l’ingaggio del pilota di Moto 2 Fermin Aldeguer, che ha terminato in modo spaziale la scorsa stagione e dal 2025 salirà di categoria in Moto gp. Ancora non è chiaro quale sarà il suo team, ma molto probabilmente salirà su una Ducati Prima Pramac: “Sono molto entusiasta dell’opportunità - le sue parole - Grazie a Ducati posso realizzare il mio sogno di bambino ed è arrivato il momento di fare il grande salto e gareggiare con i migliori al mondo. Inoltre lo farò con la moto migliore al mondo”. E attenzione anche a BMW, che a novembre ha cambiato CEO e il nuovo amministratore Markus Flasch ha lasciato una porta aperta per uno sbarco futuro in Moto gp. Dal 2027 cambieranno i regolamenti, con alette aerodinamiche più piccole e motori da 850 cc, così la casa tedesca potrebbe essere interessata ad entrare: “Non lo escludiamo, considero il motorsport un viatico fondamentale per espandere il nostro marchio e valutiamo altri campionati oltre alla Superbike e all’Endurance” l’ammissione del Ceo che dunque apre ad un possibile approdo nella massima competizione per prototipi.

Il programma del weekend

Come sempre il fine settimana è articolato su tre giorni e a Portimao ci sarà anche la Moto E in pista. Confermate al sabato qualifiche e sprint race moto gp, mentre la domenica warm up e le gare di tutte e tre le classi. Venerdì 22 marzo 9.30 Moto E Practice 1 10.00 Moto 3 Free Practice 10.50 Moto 2 Free Practice 11.45 Moto Gp Free Practice 1 13.35 Moto E Practice 2 14.15 Moto 3 Practice 1 15.05 Moto 2 Practice 1 16.00 Moto Gp Practice Sabato 23 marzo 9.40 Moto 3 Practice 2 10.25 Moto 2 Practice 2 11.10 Moto Gp Free Practice 2 11.50 Moto Gp Qualifying 13.15 Moto E Race 1 13.50 Moto 3 Qualifying 14.45 Moto 2 Qualifying 16.00 Moto Gp Sprint Race Domenica 24 marzo 10.40 Moto Gp Warm up 12.00 Moto 3 Race 13.15 Moto 2 Race 15.00 Moto Gp Race

Dove vederlo in tv

L’intero fine settimane di Portimao sarà trasmesso a pagamento dai canali Sky, in particolare Sky Sport Moto gp, 208, e Sky Sport 1, 201, in streaming su Sky Go e Now Tv. Telecronache affidate a Rosario Triolo e Mattia Pasini per Moto 3 e Moto 2 e a Guido Meda e Mauro Sanchini per la MotoGp.

Per quanto riguarda la tv in chiaro sarà Tv8, canale 8, a trasmettere in diretta le qualifiche del sabato e la Sprint Race, mentre le gare della domenica saranno in differita con questi orari: 17.15 Moto 3, 18.30 Moto 2 e 20.15 Moto gp. In streaming su Tv8.it.

Sarà un weekend dedicato ai motori, con la pausa di campionato per il calcio, dato che ci sarà anche il terzo gran premio di Formula 1 della stagione, stavolta in Australia. Sul circuito di Philip Island si correrà in piena notte italiana e servirà puntare le sveglie.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su