Berrettini in fiducia dopo il malore contro Murray: “Mi toglierò soddisfazioni. A Miami una buona gara'

Il tennista romano ha accusato un mancamento durante il suo debutto nel 1000 americano

21 marzo 2024
Berrettini piegato in due dalla fatica durante il match con Murray

Nelle immagini di Sky, il momento in cui Berrettini si è sentito male

Miami (Usa), 21 marzo 2024 – "La stagione è appena iniziata, sono sicuro ci saranno soddisfazioni per me”. E' un Matteo Berrettini ottimista a parlare dopo la sconfitta con Andy Murray al primo turno del master 1000 di Miami. Sconfitta col brivido oltretutto, perché Matteo ha fatto preoccupare un po’ tutti con un improvviso mancamento sul campo.

Dopo mesi di stop, la finale a Phoenix e questa partita Matteo Berrettini si accontenta. Il ko con l’ex numero 1 del mondo non toglie il sorriso al tennista romano al rientro sul massimo circuito: "Penso sia stata una buona prestazione, non mi sentivo bene, molto debole, non ho mangiato niente ma il pensiero di non scendere in campo non era possibile - ha detto a Sky Berrettini -. Nonostante questo ho giocato una buona partita poi a un certo punto ho sentito un calo e lui è stato molto bravo soprattutto nel terzo set con almeno tre punti incredibili per non farsi fare il break”.

Perché le soddisfazioni al challenger di  Phoenix non sono mancate: “Devo dire che dopo tanti mesi di stop non avrei pensato di arrivare subito in fondo nel primo torneo fatto e qui di giocare comunque così bene. So di aver fatto un grandissimo lavoro, ho tanta fiducia nel nuovo team e nel mio lavoro. Grazie anche a voi per il supporto che mi avete sempre dato, la stagione è appena iniziata e sono certo ci saranno grandi soddisfazioni per me". 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su