Basket Eurolega: EA7 Milano e Virtus Bologna vittoriose contro Bayern e Alba Berlino

Doppio successo italiano contro le due formazioni tedesche nel 19° turno stagionale

di DAVIDE BASELICE -
5 gennaio 2024
L'esultanza dei giocatori dell'Olimpia Milano
L'esultanza dei giocatori dell'Olimpia Milano

Milano, 05 gennaio 2024 – L’EA7 torna a sorridere in Eurolega battendo dinanzi al proprio pubblico un coriaceo Bayern Monaco per 76-62 nella diciannovesima giornata della regular season. Le scarpette rosse riscattano il passo falso incassato per mano dell’Olympiakos Atene ottenendo due punti che provano a rimetterli in corsa per uno degli ultimi posti disponibili per la post season. Seppur priva di elementi di primo ordine del proprio roster (vedi Mirotic e Shields giusto per citarne qualcuno) la compagine biancorossa si affida alla verve di Davon Hall top scorer con 19 punti tirando con 8/10 dal campo. Ottimo l’impatto uscendo dalla panchina di Giordano Bortolani che chiude in doppia cifra (12) confermando quanto di buono fatto vedere già nell’ultimo match europeo in territorio greco. L’Olimpia prende le misure agli ospiti nel primo scorcio di partita. Le triple di Lucic e Obst creano qualche grattacapo a Milano che si ritrova con un solo punto di vantaggio (21-20). Hines e Bortolani sono tra i fautori della minifuga che porta al 32-22 al 16’. Bolmaro e Weiler-Babb contengo i danni all’intervallo (34-27). Altra accelerata dell’EA7 con la mano educata dei suoi lunghi (Melli e Voigtmann) che vale il 42-33. Edwards firma la parità (50-50) in avvio di quarto periodo. Hall si carica il gruppo sulle spalle e insieme sia a Bortolani sia al rientrante Ricci consentono il + 11 in tre giri di lancette. Il Bayern è incapace di reagire e l’Olimpia può così godersi un successo che riscatta il passo falso del match d’andata.

Dunston trascina i bianconeri che confermano il secondo posto in classifica

Quattordicesima vittoria stagionale per la Virtus Segafredo Bologna che sbanca anche il parquet della Mercedes Benz Arena di Berlino superando l’Alba per 68-83. Un match largamente dominato da parte degli uomini di coach Luca Banchi che si godono la serata di uno scintillante Bryant Dunston che chiude con 12 punti, 18 di valutazione e due triple oltre ad una presenza decisiva nell’unico momento di difficoltà vissuto dalla sua squadra ovvero nel terzo periodo. Le Vu nere iniziano col piede giusto prendendosi la scena già nella frazione d’apertura. Dopo il canestro della parità siglato dal play azzurro Matteo Spagnolo (5-5), gli ospiti inanellano un parziale di 16-0 trascinati dai canestri di Belinelli ed Hackett. I tedeschi provano a limitare i danni con l’altro italiano tra le proprie fila, Gabriele Procida che firma l’unico punto della serata dalla lunetta (8-26 al 10’). Sale di livello l’attacco bianconero trovando in Abass una certezza dalla lunga distanza con due bombe consecutive che fanno segnare sul tabellone il + 25 (16-41). Tutto finito? No, almeno al rientro dagli spogliatoi. Berlino risponderà con un filotto di 22-9 che riapre parzialmente l’incontro facendo scattare il campanello d’allarme sulla panchina felsinea. I cinque punti fondamentali di Lundberg (che avrà polveri bagnate dall’arco con 1/7 nelle conclusioni) riportano in doppia cifra di vantaggio Bologna che riuscirà a contenere l’ultimo tentativo di rientro da parte dei padroni di casa che ci proveranno con Sterling Brown. Hackett metterà la ciliegina sulla torta che consolida il secondo posto in classifica della Segafredo e lascia l’Alba in fondo alla graduatoria col sedicesimo ko nel torneo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su