Supercoppa di basket: Cento affossa la Fortitudo 68-80 e va ai quarti

La Benedetto XIV di coach Matteo Mecacci si prende la rivincita dopo il game-set-match biancoblù dello scorso 24 maggio

di GIACOMO GELATI -
16 settembre 2023
Fortitudo Cento: un momento del match

Fortitudo Cento: un momento del match

Bologna, 16 settembre 2023 – Si prende la rivincita la Benedetto XIV di coach Matteo Mecacci, che dopo il game-set-match biancoblù dello scorso 24 maggio (serie chiusa 3-1 da Bologna, poi uscita in semifinale playoff contro Cremona), liquida la Fortitudo di coach Attilio Caja 68-80 sulle doghe del PalaSavena atterrando così ai quarti di finale di Supercoppa Old Wild West (trofeo già alzato dall’Aquila nelle edizioni 2016 e 2018), penultimo step prima delle Final Four di Montecatini Terme, in programma il 23 e 24 settembre.

Per la Fortitudo, che ha comunicato che lunedì 18 settembre sarà l’ultimo giorno di prelazione della campagna abbonamenti, non arriva il bis dopo il successo di Piacenza (74-78).

La cronaca

È col coro “È questa qua la Fortitudo”, a rimarcare i grandi cambiamenti societari a cavallo fra la passata stagione e la corrente, che prende il via il derby-gemellaggio fra Bologna e Cento (1225 gli spettatori), con Bolpin che tiene alti i giri del motore dei locali e grazie all’assist per Freeman, seguito dal contropiede di capitan Fantinelli, guida Bologna sull’11-5. Dall’altra parte è Mussini (8 punti nei primi 10’) a dettare i ritmi dei biancorossi contro una Effe subito in bonus dopo 5’ e con Sabin che dalla lunga firma il -1 degli ospiti. Negli ultimi 60” il gioco si fa altalena: tripla di Panni con la mano in faccia, liberi e seguente tripla di Sabin che riporta avanti Cento, prima del rumoroso buzzer beater di Panni, che da dodici metri firma il 26-24 alla prima sirena. Col semigancio di Morgillo, lo svelto 0-5 di Palumbo e Sabin e l’affondo di Freeman si apre la seconda frazione (32-29): tuttavia l’ago della bilancia resta in posizione verticale fino all’ interferenza a canestro su tiro di Mussini, la persa di Sergio e l’appoggio di Benvenuti che danno a Cento il nuovo vantaggio tamponato prontamente da coach Caja con 5’ sul cronometro (32-33).

È Ogden (il migliore tra le fila biancoblù nel primo tempo con 19 di valutazione) a caricarsi Bologna sulle spalle nel momento di torpore offensivo, ma è l’ennesimo colpo dalla lunga di un sontuoso Sabin (sedicesimo punto) a firmare il 36-36. Tripla di Ogden, appoggio di Kuuba, liberi di Aradori: si va a riposo sul 41-38. Dopo un inizio ripresa avaro di emozioni, sono le fiammate di Fantinelli e la tripla di Palumbo su assist di Mussini a smuovere il tabellone (46-43), antipasto del tumultuoso monologo di Sabin (tripla e successiva tripla con fallo) che permette alla compagine di coach Mecacci di riportarsi avanti: libero di Kuuba e 46-51.

A tamponare l’emorragia arrivano i 2 punti di Conti, che sblocca temporaneamente Bologna nel suo momento peggiore, ma i due falli in attacco di Fantinelli e Freeman lasciano agli ospiti il favore dell’inerzia: quarto fallo di Freeman, liberi di Benvenuti, contropiede di Mussini su persa di Giordano e ferraresi che spingono sul 50-58. A stringere la forbice arriva il libero di Conti in chiusura di quarto (51-58). L’appoggio di Toscano apre al +9 di Cento, mentre Bologna resta impantanata per 4’ fra i tanti errori al tiro e le palle perse (l’unico lumicino lo accende un libero di Conti), fino alla rapidissima sequenza fallo-fallo tecnico a Caja-fallo che infiamma il pubblico del PalaSavena: liberi di Archie, step back di Sabin e repentino +13 per i biancorossi. La Effe si opacizza e fatta eccezione per i punti di Aradori e Ogden resta sulla scia degli ospiti, più concreti e bravi a sfruttare il cronometro (64-73 a 2’ dalla fine). La schiacciata di Freeman riaccende la speranza, ma la tripla di Sabin (indiscusso mvp del match con 29 punti), seguita dal cesto di Palumbo (+14 e massimo vantaggio) suggella il passaggio del turno di Cento, che espugna il PalaSavena 68-80.

Il tabellino

Fortitudo Bologna 68 Benedetto XIV Cento 80 Flats Service Fortitudo Bologna: Giordano, Sergio, Aradori 8, Conti 6, Natalini ne, Bolpin 2, Panni 6, Kuznetsov ne, Fantinelli 12, Freeman 11, Ogden 21, Morgillo 2. All. Caja. Sella Cento: Mussini 16, Bruttini ne, Sabin 29, Kuuba 3, Palumbo 11, Bucciol ne, Toscano 7, Magni ne, Archie 4, Moreno 4, Benvenuti 6. All. Mecacci. Arbitri: Dionisi, Moretti e Doronin. Note: parziali 26-24; 41-38; 51-58. Tiri da due: Fortitudo 17/39; Cento 12/26. Tiri da tre: 7/23; 12/28. Tiri liberi: 13/22; 20/26. Rimbalzi: 38; 36.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su